Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Coronavirus, in Corea bambole gonfiabili anziché spettatori

Di Gaetano Ravanà

Il pubblico non può assistere ai match del campionato? Niente paura, i dirigenti sanno come non far sentire soli i propri giocatori. E, se in Germania, il Colonia ha deciso di mettere le maglie dei giocatori e le sciarpe sui seggiolini, in Corea del Sud, la dirigenza della Fc Seul ha puntato su dei manichini di modelle in atteggiamento sexy.

Pubblicità

Il risultato c’è stato perché la squadra ha vinto 1-0 contro il Gwangju. Tuttavia la tifoseria ha dichiarato che si è sentita a disagio per ciò che ha visto. In Corea del Sud il senso del pudore è più alto rispetto al mondo occidentale e la riproduzioni di materiale porno è vietata.

La squadra di Seul si è detta dispiaciuta per i tifosi e che loro si sono assicurati di non rendere le bambole gonfiabili sugli spalti collegabili a dei semplici sex toys.

Le bambole in tribuna indossavano le mascherine ed erano distanziate, come se fossero delle ragazze in carne ed ossa, ma avevano sponsorizzato sulla maglietta un noto marchio che produce articoli erotici. Inoltre alcuni cartelloni pubblicizzavano l’azienda e i prodotti, insomma una furba mossa pubblicitaria o uno scivolone?

Certamente la notizia ha fatto il giro del mondo e ha fatto conoscere la squadra di calcio a molti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA