home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Minacciava la mia famiglia» e uccide posteggiatore abusivo a Palermo

La Polizia ha fatto luce sul delitto dell'Acquasanta dove un uomo di 48 anni è stato ammazzato a coltellate. Arrestato un 28enne

«Minacciava la mia famiglia» e uccide posteggiatore abusivo a Palermo

È stato portato nel carcere Pagliarelli di Palermo Giovanni Pizzuto, 28 anni, il giovane che ha confessato il delitto di Francesco Paolo Maronia, 48 anni, parcheggiatore abusivo del quartiere Acquasanta, accoltellato ieri sera in vicolo Pipitone.

«Aveva minacciato la mia famiglia», ha detto Pizzuto la scorsa notte negli uffici della Squadra mobile di Palermo diretta da Rodolfo Ruperti, confessando l’omicidio. Il giovane è stato sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio volontario, per ordine del pm di turno Sergio Mistritta. La polizia scientifica ha raccolto elementi decisivi per definire il quadro probatorio, soprattutto le impronte digitali trovate sul coltello che è rimasto conficcato nel torace della vittima.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa