home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, sequestrata una tonnellata e mezza di droga, arrestati tre trafficanti

La Squadra Mobile ha prima intercettato un autocarro con 10 chili di cocaina. Poi la perquisizione all'interno di una azienda di Carini dove sono stati trovati 1470 chili di hashish. Il valore di mercato è di nove milioni

Palermo, sequestrata una tonnellata e mezza di droga, arrestati tre trafficanti

La Polizia di Palermo ha intercettato un carico di una tonnellata e mezza di droga che, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato ai trafficanti almeno 9 milioni di euro. Tre persone, un campano e due carinesi, sono stati arrestate.

Il blitz della Squadra Mobile di Palermo è scattato ieri sera quando è stato bloccato, mentre stava per accedere nell’area di una grande azienda di manufatti in cemento di Carini, un autocarro proveniente dall’Autostrada A19, condotto dal pregiudicato campano Francesco Gallo di 49 anni. L’uomo aveva occultato nel cassone dell’automezzo, in panetti di circa 1 chilogrammo ciascuno, abilmente nascosti sotto un lenzuolo, dieci chili di cocaina. A fare da staffetta all’autocarro c’era una Fiat 500 condotta dai fratelli carinesi Anthonj e Salvatore Basile di 28 anni e 32 anni, insospettabili incensurati, titolari dell’azienda. I due, nonostante tentassero di dissimulare la loro complicità con l’autostraportatore campano, affermando di intrattenere con lui esclusivamente rapporti di lavoro per il trasporto dei loro manufatti, non hanno convinto gli investigatori che, ritenendoli invece i destinatari dello stupefacente, hanno deciso di approfondire gli accertamenti sottoponendo a perquisizione la loro azienda e la vicina abitazione .

E la Polizia aveva ragione perché all’interno di una piccola costruzione adibita a magazzino, di pertinenza della loro abitazione, sono state scoperte accatastate una sull’altra 49 confezioni, da 30 chilogranmmi ciascuna, di hashish per un peso complessivo di circa 1,470 chilogrammi. Enorme il valore della sostanza stupefacente sequestrata: la cocaina una volta immessa sul mercato per la vendita al dettaglio, avrebbe potuto fruttare anche fino a 1,5 milioni di euro, mentre il valore dell’hashish è di oltre otto milioni di euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa