home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Violata cappella di famiglia del sindaco di Chiusa Sclafani

Per il primo cittadino non è il primo atto intimidatorio. «Se qualcuno pensa di mandarmi un messaggio per fermare la mia azione amministrativa ha sbagliato indirizzo»

Violata cappella di famiglia del sindaco di Chiusa Sclafani

Francesco Di Giorgio

Chiusa Sclafani (Palermo) - Qualcuno ha divelto il catenaccio della cappella gentilizia della famiglia di Francesco Di Giorgio, sindaco di Chiusa Sclafani (Pa). «Questa è l’ennesima intimidazione che ricevo da Natale - dice il sindaco -. Per due volte hanno danneggiato la mia vettura e adesso la cappella gentilizia. Farò le mie considerazioni ai carabinieri quando presenterò la denuncia, nel pomeriggio». «Resterò ancora qua, se qualcuno pensa di mandarmi un messaggio per fermare la mia azione amministrativa ha sbagliato indirizzo: quanto accaduto mi dà la carica per fare di più e meglio, visto che questi atti mi rendono consapevole di essere sulla strada giusta». 

«Solidarietà e vicinanza a Francesco Di Giorgio per il vile gesto intimidatorio di cui è stato vittima. Conosco il sindaco Di Giorgio e so che questi atti non influiranno sulla sua rigorosa e forte azione messa in campo in questi anni. Insieme a lui, infatti, stiamo lavorando con grande impegno per il rilancio di Chiusa Sclafani, nel solco della migliore tradizione di Forza Italia per una sana e corretta gestione amministrativa». Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia, Renato Schifani, augurandosi «che si faccia chiarezza su quanto accaduto e che i responsabili siano assicurati alla giustizia». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa