home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo in festa per la sua Rosalia e la città si ferma

Un grande spettacolo, con protagonista Leo Gullotta, per celebrare la 394esima edizione del Festino

Palermo in festa per la sua Rosalia e la città si ferma

PALERMO - Con inizio alle 21, parte la 394esima edizione del Festino di Santa Rosalia a Palermo. Sarà l’attore Leo Gullotta a raccontare i vari momenti del grande spettacolo, allestito sotto la direzione artistica di Lollo Franco e Letizia Battaglia.
Si parte dal Piano di Palazzo Reale, dove Gullotta accompagnerà il pubblico, con la sua capacità recitativa e la sua inconfondibile voce, nella rappresentazione della vita della santa, patrona di Palermo. Il primo quadro avrà la coreografia di Luc Bouy e vedrà la partecipazione del Coro delle Voci Bianche della Fondazione «Orchestra sinfonica Siciliana» con la direzione musicale del maestro Giuseppe Mazzamuto.


Il tema conduttore del Festino è «Palermo Bambina» e da qui nasce l’idea di una rappresentazione della «Santuzza», nel periodo in cui matura l’abbandono dell’agiatezza a lei riservata, per la consacrazione a Dio. Il carro, allestito da un team di artiste professioniste, rappresenta un veliero con due alberi e saranno ben visibili i fiori simbolo di Santa Rosalia, rosa e lilium, in un gioco di colori allegro e fiabesco dedicato alla fanciullezza. Al suo fianco, da Palazzo Reale ai Quattro Canti, la Kids Orchestra Band del Teatro Massimo, composta da ragazzi compresi tra gli 8 e i 15 anni. Fede e folclore poi si uniranno attorno alle statue imponenti di Mitya e Kronos raffigurati come guerrieri vestiti con un’armatura militare. La leggenda racconta che furono i primi giganteschi abitatori del territorio di Mistretta, sui monti Nebrodi. Ogni anno vengono portati in giro in occasione della festa della Madonna della luce, il 7 e 8 settembre. Ma quest’anno i giganti di cartapesta in onore della "santuzza» percorreranno il Cassaro con un balletto di grande richiamo popolare.


Il corteo e il carro scenderanno lungo corso Vittorio Emanuele. Il culmine della festa, intorno alle 23, sarà ai Quattro Canti. La compagnia di ballo la Fura dels Baus si esibirà con 40 danzatori in aria, sollevati da una gru fino a 40 metri di altezza. E’ l’omaggio a Palermo liberata dalla peste. E il momento in cui il sindaco, dal carro, griderà «Viva Palermo e viva Santa Rosalia». L’ultima tappa sarà a Porta Felice dove danzatori bambini al suono della tarantella accompagneranno il carro davanti al mare per i fuochi d’artificio che chiuderanno l’evento.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa