home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, colpisce la moglie con una forchetta e tenta di accoltellare il figlio

Quello che sembrava un comune litigio tra due uomini, padre e figlio - sedato con non poca difficoltà dagli agenti - ha presto assunto i contorni di un episodio di maltrattamenti ai danni di una donna

Palermo, colpisce la moglie con una forchetta e tenta di accoltellare il figlio

PALERMO - La Polizia di Stato di Palermo ha tratto in arresto un 41enne palermitano accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi. L'arresto è nato da una richiesta di un cittadino, che ha segnalato agli Agenti della Polizia di Stato, appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, impegnati in un posto di controllo nel quartiere Albergheria, che poco distante da quei luoghi c'era in corso una violenta lite tra due persone.

Quello che sembrava un comune litigio tra due uomini, padre e figlio - sedato con non poca difficoltà dagli agenti - ha presto assunto i contorni di un episodio di maltrattamenti ai danni di una donna, moglie e madre degli stessi. La donna, anch’essa ferita, ha infatti raccontato che da circa un anno è in fase di separazione dal marito con il quale, però, continuava a convivere. Secondo la stessa, l’uomo, proprio nell’ultimo anno, sarebbe diventato violento.

"La vittima ha quindi raccontato ai poliziotti il drammatico succedersi degli eventi dopo l’ennesimo alterco. Ed infatti il coniuge, dopo aver intimato al figlio di uscire di casa, avrebbe cominciato ad inveire nei confronti della consorte, minacciandola ed insultandola pesantemente", dicono gli inquirenti. Dalle parole l'uomo sarebbe passato ai fatti: presa una forchetta e piegati tre dei quattro denti dell’utensile, avrebbe quindi cominciato a colpire la donna alla testa. In soccorso della madre sarebbe così intervenuto il figlio 21enne della coppia, contro il quale il genitore ha dirottato, però, la sua cieca violenza.

"Ne nasceva una colluttazione, cominciata in casa e proseguita per strada, al culmine della quale il padre, dopo essersi diretto verso la propria autovettura, ha preso un grosso coltello da cucina e lo ha lanciato all’indirizzo del figlio, che fortunatamente è riuscito a scansare il colpo", dicono gli inquirenti. L’immediato intervento degli Agenti ha evitato che la situazione potesse volgere al peggio. I tre familiari sono stati trasportati in alcuni ospedali cittadini, dai quali sono stati dimessi con prognosi, rispettivamente, di 10 giorni per la madre, 30 giorni per il figlio e 6 giorni per il padre. Quest’ultimo, al termine degli adempimenti di rito, è stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi e condotto presso la locale casa circondariale "Pagliarelli".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa