Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Università, inaugurata a Palermo la nuova mensa Santi Romano

Di Redazione

PALERMO - È stata inaugurata questa mattina la nuova mensa Santi Romano all’Università degli studi di Palermo. Un appalto del valore di 14 milioni di euro, per una durata massima di 5 anni e l’erogazione di circa 2,5milioni di pasti. Sono 60 gli addetti che la Cot ristorazione impiegherà per eseguire il nuovo contratto con l’Ersu di Palermo, l’ente della Regione Siciliana che fornisce servizi, come ristorazione collettiva e 732 posti letto, e benefici (borse di studio) agli studenti universitari e Afam della Sicilia occidentale. L’Ersu di Palermo ospita 65 unità di personale del comparto regionale, mentre sono 8 le sedi di servizio dislocate negli uffici e residenze universitarie tra Palermo, Caltanissetta, Agrigento.

Pubblicità

"Grazie a queste innovazioni - ha affermato il commissario straordinario dell’Ersu, Giuseppe Amodei - esistono in tutto 10 punti di distribuzione pasti a Palermo. Anche il Conservatorio e la Lumsa hanno dato la loro disponibilità per attivare servizi di erogazione pasti nelle loro strutture». Aperti anche nuovi centri di ristorazione in quattro punti del centro storico di Palermo: Casa del Goliardo (piazza Marina), Schiavuzzo (via Schiavuzzo), Santissima Nunziata (piazza Casa Professa), Biscottari (via Biscottari). I nuovi servizi di ristorazione partiranno, entro novembre 2018, anche per i Consorzi Universitari di Agrigento, Trapani e Caltanissetta.

Tra le novità è previsto un sistema innovativo per la prenotazione e la programmazione dell’alimentazione da parte degli studenti attraverso un’apposita App: MyRistoCLOUD. Il costo del pasto per gli utenti Ersu varia in base alla condizione dello studente, che ha la gratuità se vincitore di borsa di studio, mentre paga in base al reddito Iseeu negli altri casi: da un minimo di 1,6 euro a un massimo di 5,8 euro. 

«Finalmente la politica ha come obiettivo centrale il vantaggio nei confronti dell’utenza verso la quale l’attività è destinata. Insieme abbiamo vinto la scommessa dell’impegno che le istituzioni devono porre nei confronti dei diritti sociali, tra questi il più importante è certamente il diritto allo studio. Invito, inoltre, i commissari Ersu ad avviare un ragionamento comune con il governo regionale di programmazione organica per razionalizzare la realtà delle residenze universitarie in Sicilia» ha affermato l’assessore regionale dell’istruzione e della formazione professionale Roberto Lagalla, presente all’inaugurazione della nuova struttura.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA