home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Auto bruciata al ragazzo che sostenne le sorelle Napoli: caccia ai piromani

I carabinieri stanno passando al setaccio le immagini delle videosorveglianza dalle quali potrebbero arrivare elementi utili per le indagini

Il legale delle sorelle Napoli accusa:«E' partita la macchina del fango»

Proseguono a pieno ritmo le indagini dei carabinieri di Misilmeri per far luce sull'incendio dell’auto di Salvatore Battaglia, il giovane, figlio di un carabiniere, che nelle scorse settimane ha sostenuto pubblicamente Ina, Irene e Anna Napoli, le tre sorelle che da mesi denunciano la mafia dei pascoli.

Il rogo che ha distrutto la vettura è avvenuto nella notte del 30 dicembre scorso a Mezzojuso. Appurata con certezza la natura dolosa dell’incendio sono al vaglio degli investigatori dell’Arma vari elementi, tra cui le immagini estrapolate dai sistemi di sorveglianza della zona, alla ricerca di elementi utili all’individuazione dell’autore del gesto.

La vicenda che vede protagoniste le sorelle Napoli è sfociata lo scorso dicembre nell’arresto di tre persone eseguito dai carabinieri a conclusione delle indagini coordinate dalla Procura di Termini Imerese con l’accusa di tentata estorsione nei confronti delle tre sorelle.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP