Notizie locali
Pubblicità
Palermo, raid vandalico in una scuola. Azzolina: attacco allo Stato

Palermo

Palermo, raid vandalico in una scuola. Azzolina: attacco allo Stato

Di Redazione

PALERMO - Vandali in azione nella scuola Pertini di Brancaccio a Palermo. Nella notte i ladri hanno rubato materiale didattico e computer dall’aula multimediale. E' stato danneggiato il sistema di videosorveglianza e sono state divelte le porte blindate. A denunciare il furto il collaboratore scolastico. La preside dell’istituto comprensivo, Antonella Di Bartolo ha presentato la denuncia alla polizia.
«E' terribile, è stato tutto distrutto. E’ uno dei sette plessi dell’istituto comprensivo. Io ho sempre creduto nella scuola aperta - dice Di Bartolo - in questi anni ho sempre creduto nel rapporto con il quartiere. Abbiamo distribuito la spesa con i vigili del fuoco. Abbiamo raccolto somme per dare buoni spesa. Quanto successo è una cosa molto seria. Hanno divelto le porte blindate e questo non si fa con i cacciavite. Ciò nonostante continueremo ancora con più forza di prima».

Pubblicità

L’ultima volta che i collaboratori scolastici erano andati a controllare la scuola era successo circa sette giorni fa. «Non sono se è una coincidenza, ma io ieri avevo condiviso un post su Facebook della fondazione Falcone sulle scarcerazioni e il 41 bis - conclude la preside - sarà la polizia a stabilire se ci sia o meno una correlazione tra i due episodi».

La ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, su Twitter, ha commentato la vicenda: «Quanto accaduto alla scuola Pertini di Palermo - ha scritto - è gravissimo. Un attacco che colpisce lo Stato. Ho sentito la dirigente: faremo tutto ciò che serve per aiutarli a ripartire. È una scuola che ha numeri incredibili nella lotta alla dispersione scolastica. Non la lasceremo sola».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA