Notizie locali
Pubblicità
Fratel Biagio Conte va a vivere in una grotta: «Preghiera, penitenza e digiuno per chi soffre»

Palermo

Fratel Biagio al quarantesimo giorno di digiuno: «Il mio cibo è l'eucaristia»

Di Redazione

PALERMO E’ giunto ormai al quarantesimo giorno il digiuno di Fratel Biagio Conte, il missionario laico fondatore della Missione Speranza e Carità di Palermo, che accoglie e assiste oltre un migliaio di persone indigenti. Fratel Biagio si trova in una grotta sulle montagne della Sicilia, immerso nella natura, dove si nutre solo dell’Eucarestia, come è nel suo stile di vita di consacrato laico. Il missionario, che prega e fa penitenza, appare molto provato dal lungo digiuno, è magro come mai prima e ha accusato qualche malore, come fanno sapere i volontari che lavorano con lui. Oggi, come aveva già annunciato, deciderà se continuare o terminare l’iniziativa per sensibilizzare tutti a una "conversione di tutti verso il bene comune». Intanto Fratel Biagio ha lanciato un nuovo appello ai mezzi di informazione "affinché siano più prudenti». E rivolgendosi alle istituzioni e a tutti i responsabili dei mezzi di informazione li invita a non comunicare «messaggi negativi e altamente diseducativi».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: