Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Ponte Stretto, Falcone annuncia arrivo treni "Pop". Fava: «Sono già in viaggio»

Di Redazione

Palermo - «La prossima settimana arriveranno in Sicilia altri due dei nuovi e moderni treni 'Pop', il 79 e l'83, che il governo Musumeci ha voluto per la nostra Isola. Invito fin da adesso l’onorevole Claudio Fava a essere presente alla consegna dei convogli, a Messina o se preferisce a Palermo». Lo afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, a commento della dichiarazioni di ieri del presidente della commissione Antimafia all’Ars, Claudio Fava, sul Ponte sullo Stretto. "Potrà toccare con mano e conoscere al meglio - aggiunge Falcone - qualità e caratteristiche della flotta ferroviaria in costante sviluppo della nostra Regione, tra le prime in Italia ad aver già messo al servizio degli utenti ben sedici di questi 'Pop' di ultima generazione. Alla fine delle consegne previste ne avremo in totale ventuno, operativi da Palermo a Catania, passando per Messina e Siracusa". «Con i raddoppi delle ferrovie Catania-Messina e Palermo-Catania che stiamo mandando avanti - sottolinea l'assessore - ammoderniamo le infrastrutture, accompagnando questo sforzo al rinnovo del materiale rotabile fino, purtroppo, ai limiti che ci pone l’assenza del collegamento stabile fra Sicilia e Calabria. Il Ponte "Ulisse", portando l’alta velocità sullo Stretto, farebbe saltare il tappo ideologico che soffoca da decenni le aspirazioni della nostra Isola e del Sud, riducendoci a periferia della periferia. Allora sì - conclude Falcone - che sarà davvero finita la vera Odissea, quella lunga centosessant'anni del ritardo del Mezzogiorno e della Sicilia rispetto al resto d’Italia e d’Europa».

Pubblicità

"Accolgo con piacere l’invito dell’assessore Falcone. Visti i tempi di percorrenza necessari per gli spostamenti in Sicilia mi sono messo già in viaggio. Se, nel frattempo, non dovessero essere aumentate le interruzioni sulla rete ferroviaria o stradale in una settimana dovrei poter arrivare in tempo per assistere alla, immagino fastosa, cerimonia di consegna dei due nuovi treni". Così il presidente della Commissione regionale antimafia, Claudio Fava, rispondendo all’invito di Falcone. "In effetti l’onorevole Fava, mettendosi in treno già da oggi, prende una saggia decisione, considerato infatti quanto mostri di conoscere poco la realtà della nostra regione. Da qui a domenica sera, quando i moderni treni "Pop" supereranno lo Stretto a bordo di traghetti - come si usava già cento anni fa - e giungeranno a Messina, egli avrà tutto il tempo di confrontarsi con le esigenze del territorio e con la nostra rete ferroviaria, purtroppo condannata a rimanere monca per l'assenza del Ponte".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: