Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Delitto Domino, i genitori del piccolo Claudio convocati in procura

Di Redazione

PALERMO - I genitori del piccolo Claudio Domino, ucciso con un colpo di pistola alla testa il 7 ottobre del 1986, sono stati convocati in Procura domani alle 13: Graziella Accetta e Ninni Domino incontreranno il procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi. Lo comunica la mamma Graziella dopo avere ricevuto la convocazione. I genitori del ragazzino, dopo quasi 35 anni senza verità né giustizia, avevano protestato davanti al Palazzo di giustizia perché vogliono sapere da chi e perché è stato ammazzato il proprio bambino, che all’epoca aveva appena 11 anni. La madre una settimana fa aveva protestato davanti al palazzo di giustizia, chiedendo di essere ascoltata dal procuratore generale Roberto Scarpinato, perché aveva appreso dalla televisione che nell’omicidio di suo figlio sarebbe coinvolto Giovanni Aiello, il poliziotto ormai deceduto più noto alle cronache come «faccia da mostro». «Nessuno ci ha mai informato di questa pista - dice la donna - non siamo mai stati convocati da una Procura, l’abbiamo appreso l'altra sera, guardando il programma "Atlantide" su La7, in cui si è sostenuto che Luigi Ilardo, l’ex boss di Caltanissetta ucciso nel 1996, dopo che aveva deciso di collaborare con la giustizia, avrebbe rivelato all’allora colonnello dei carabinieri Michele Riccio che tra gli omicidi compiuti da Aiello ci sarebbe anche quello di mio figlio». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: