Notizie locali
Pubblicità

Palermo

Palermo, chiesta condanna per novizio che adescava ragazzani

Di Redazione

Il pubblico ministero di Palermo, Chiara Capoluongo, ha chiesto la condanna a 5 anni e 8 mesi di reclusione per Giusto Francesco Palazzotto, 46 anni, novizio dell’Ordine dei Cusmaniani, accusato di avere adescato dei ragazzini conosciuti in parrocchia, contattandoli anche su chat, e poi avrebbe tentato di abusare di loro.

Pubblicità

Il processo si svolge col rito in abbreviato davanti al Gup Fabrizio La Cascia.  A Palazzotto sono contestati i reati di violenza sessuale su minorenni, tentata e consumata, di adescamento di minorenni e di detenzione di materiale pedopornografico. Secondo il racconto delle sue presunte vittime, avrebbe anche chiesto ai ragazzini, su Facebook, di mandargli foto delle loro parti intime. Infine, sul computer dell’indagato, sarebbero state ritrovate decine di immagini di ragazzi nudi, probabilmente scaricate dalla rete. Palazzotto ha sempre respinto fermamente l’accusa di aver abusato di loro. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA