Notizie locali
Pubblicità

Politica

Micciché: «Non è vero che abbiamo sospeso i lavori per la partita»

Di Redazione

PALERMO - «Rispondendo al presidente della Regione, che mi aveva chiesto di far procedere i lavori d’aula fino alle 22, ho precisato che avevo preso un impegno con i deputati: staccare oggi alle ore 20 e riprendere domani alle ore 12, per consentire loro, e in particolar modo a chi abita molto lontano, di trascorrere il sabato sera in famiglia. Mi sono permesso, avendo di fronte l’onorevole Cracolici, di fare una battuta per distendere il generale clima di stanchezza».

Pubblicità

Così il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, replica alle notizie pubblicate sui social dal M5S che lo avevano accusato di voler sospendere i lavori d’Aula, dove è in corso la discussione per l’approvazione della Finanziaria, per potere assistere alla partita di calcio tra Inter e Iuventus, il cui calcio d'inizio era alle 20.45.

«Chiunque, giornalista o deputato, abbia insinuato che il motivo della sospensione dei lavori fosse una partita di calcio è terribilmente scorretto oltre che intellettualmente disonesto», conclude Micciché.

Dal canto suo, il governatore Musumeci in una nota ha affermato: «Leggo di una polemica pretestuosa sulle mie dichiarazioni in Aula. Non c'è alcuna contrapposizione tra me e il presidente dell’Ars Miccichè. Solo oggi il Parlamento ha lavorato oltre 10 ore, approvando norme importanti. Le speculazioni inutili significano che questa Finanziaria non offre pretesti per divagazioni». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA