Notizie locali
Pubblicità

Politica

Finanziaria, sì a un maxiemendamento ma sub emendato: pioggia di fondi extraregionali

Di Redazione

PALERMO - L’Ars ha approvato il maxi-emendamento, sub-emendato in alcune parti da M5s e commissione Bilancio, che raggruppa interventi di spesa con fondi comunitari e statali.

Pubblicità

 Via libera dunque ai fondi per l'emergenza idrica a Messina, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per il pagamento dei servizi di assistenza al erogati dall’Enav all’aeroporto di Comiso. E ancora, fondi per il potenziamento dei presidi ospedalieri nelle zone classificate ad alto rischio ambientale, per la bonifica dell’ex area Sanderson e il risanamento delle aree di Messina, 50 mln per il rischio amianto, per i rifugi sanitari, per i piani regolatori gtenerali dei comuni e dei piani di utilizzo del demanio marittimo. Fondi anche per impianti sportivi, enti di culto, alle start-up dell’innovazione, per la valorizzazione della fornace "Penna" e per la trasformazione e l’utilizzo della propria barca, nave o peschereccio per finalità turistica e di pescaturismo. In totale oltre 250 milioni di fondi strutturali e statali.

Ancora stallo invece per il maxiemendamento che contiene 58 articoli del testo originario della manovra messo su in fretta e furia per arrivare all'approvazione della legge di stabilità finanziaria entro questa sera. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA