home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Gela, malore del sindaco durante il dibattito per la sfiducia: arriva l'ambulanza

Domenico Messinese pare abbia avuto un calo di pressione ed è stato trasportato al Vittorio Emanuele. Il dibattito prosegue con durissime accuse in aula. Il M5S: «Ci scusiamo con la città per averlo candidato»

Gela, malore del sindaco durante il dibattito per la sfiducia: arriva l'ambulanza

Domenico Messinese in aula

A due ore dall'inizio del dibattito in aula consiliare sulla sfiducia, il sindaco ex Cinque Stelle Domenico Messinese è stato colto da malore e trasportato all'ospedale Vittorio Emanuele.

Il primo cittadino ha avuto un abbassamento di pressione ed ha ricevuto i primi soccorsi dai due consiglieri medici firmatari della sfiducia, Carmelo Orlando e Antonino Biundo.

L'emozione ma anche il caldo in un'aula stracolma e con l'impianto di aria condizionata guasto hanno tirato un tiro mancino al primo cittadino.

La seduta è iniziata alle 10,33. In apertura di seduta il sindaco ha annunciato le dimissioni  della giunta. Nella prima parte del dibattito gli interventi hanno fatto registrare contrasti tra Diventerà Bellissima e Forza Italia. Il movimento del presidente Musumeci ha scelto di astenersi essendo contrario alla sfiducia e al commissariamento della città. Il M5s ha chiesto scusa alla città per aver candidato Messinese. Alle 12,40 dopo la pausa a causa dl malore del sindaco i lavori sono ripresi.

In aula sono presenti 20 dei 21 firmatari della mozione che per passare necessita però di 30 voti. Il clima in aula è teso e nella prima parte del dibattito ci sono state dure accuse anche tra consiglieri per incarichi ricevuti dal sindaco per evitare la sfiducia. Quella in discussione è la terza mozione di sfiducia in meno di un anno per il sindaco Messinese. Nelle prime due occasione è finita con un nulla di fatto. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Urologo

    07 Settembre 2018 - 17:05

    Ho appreso dai giornali che il sindaco per un abbassamento di pressione si è recato in ambulanza per le cure all'ospedale Vittorio Emanuele di Catania certo che è un bell'esempio per un sindaco verso la città che rappresenta Gela rifiutare le cure dell'ospedale di Gela forse non ha fiducia del suo ospedale o lo ama tanto che non vuole oberarlo di lavoro e allora va a 200 km per curarsi. Chissa cosa pensano i cittadini di Gela del loro ospedale se anche il Sindaco per curarsi di un calo pressorio si reca in un altro ospedale.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa