home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

La Formazione e i fondi Ue non spesi, «pronta class action contro Musumeci»

I sindacati denunciano il mancato utilizzo di miliardi di euro destinati alla Formazione professionale e chiedono le dimissioni del governatore e della sua giunta

La Formazione e i fondi Ue non spesi, «pronta class action contro Musumeci»

PALERMO - Usb-Cobas e l’associazione «Gli Irriducibili» denunciano «il mancato utilizzo di miliardi di euro tra fondi Fse, Fesr, Pac, Pon metro, Patto per il Sud da destinare anche alla formazione professionale e, per questo, chiedono le dimissioni del presidente Musumeci e della sua giunta di governo e annunciano una class action che coinvolgerà tutti i settori produttivi della Sicilia».

«I dati arrivano dalla Commissione Europea che ha comunicato che il governo regionale ha in dotazione 43.569.082.738 euro di fondi Fse e 31.496.624.416 di coofinanziamento nazionale per un totale di circa 75 miliardi di cui impegnati solo il 35% ma spesi solo il 3%», accusano Usb e Irriducibili. I sindacati ravvisano «una calcolata strategia che ha prodotto un danno gravissimo per tutti i cittadini siciliani».

«A due mesi dalle denunce e richieste presentate dai sindacati nulla è stato prodotto, se non obbrobri semi-ufficiali
come, ad esempio, l’ultimo scempio dell’assessorato alla formazione con la creazione di improponibili elenchi suddivisi per provincia prima, e, successivamente - denunciano - nel sito istituzionale della Regione, l’ennesimo elenco "aggiornato" di 8.589 iscritti, di cui 1.139 in età pensionabile e in pensione, deceduti, soggetti con procedimenti penali, doppioni, e 12 nominativi che ancora non risultano nati. Tutto questo con lo scopo preciso di deviare l’attenzione per poter inserire gli operatori iscritti dal 2009 sino al 2016. E’ chiaro che questi dati sono falsati artatamente e ridefinire il numero preciso di iscritti all’albo porterebbe, anche alla luce dei dati forniti dalla Commissione Europea, a una ridefinizione del quadro che non lascerebbe più spazio alle promesse politiche».

Le organizzazioni sindacali chiedono «che fine abbia fatto la task force che il presidente Musumeci aveva annunciato a febbraio di quest’anno, al ministero del Lavoro, per la programmazione dell’utilizzo delle somme non spese». «Tutte tecniche per tenere a bada i malumori degli elettori dando la sensazione di avere fatto il proprio dovere», dicono i sindacati. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Urologo

    24 Settembre 2018 - 15:03

    Questi politici non fanno proprio nulla non creano opportunità di lavoro, sprecano il denaro pubblico, piuttosto buttano i soldi che creare posti di lavoro forse perche non hanno il loro tornaconto, per quanto riguarda la sanità ormai hanno organizzato i voli con gli aerei militari per trasportare i malati negli ospedali del nord. Non ci resta che mantenere i politici a far nulla.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa