home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Musumeci si "arrabbia" con Conte: «Non ho potuto omaggiare le vittime». Il premier: «E' stato un disguido»

La polemica sul maltempo: il presidente della Regione ha denunciato che il cerimoniale di Palazzo Chigi non gli ha consentito di accedere al Policlinico. Il presidente del Consiglio ha motivato l'accaduto con la fretta con cui è stata organizzata la sua visita in Sicilia

Musumeci: «Il cerimoniale del premier non mi ha permesso di rendere omaggio alle vittime»

Giuseppe Conte con il prefetto di Palermo Antonella De Miro

Palermo «Ho appreso dalla viva voce del prefetto di Palermo e dai funzionari della Digos che il cerimoniale del presidente Conte non mi avrebbe consentito di accedere al Policlinico, dove avrei voluto accogliere il premier e, assieme a lui, rendere l'omaggio alle vittime di questa notte e portare ai familiari il cordoglio della comunità siciliana. Il profondo rispetto per i morti di questa sciagura mi ha indotto ad assumere una condotta improntata al senso di responsabilità: ho preferito, senza plateali polemiche, fare rientro alla Presidenza della Regione per presiedere la seduta dalla Giunta e decidere quali ulteriori misure debbano essere adottate a partire da domani, dopo quelle deliberate e realizzate nei giorni scorsi».

Lo ha detto il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. «Sia chiaro - ha aggiunto il governatore siciliano - questa inaudita vicenda, che non ha precedenti nella storia della Regione Siciliana, allarma e suscita indignazione - denuncia- Non cerco il rispetto per la mia persona, ma lo pretendo per l'Istituzione che rappresento e per il popolo siciliano. E questo vale per tutte le istituzioni, anche per il presidente del Consiglio".  

Successivamente il presidente del Consiglio Conte, non appena ha saputo del disguido, ha telefonato al governatore Musumeci spiegando che è successo perchè ha deciso di venire in Sicilia all’improvviso, non appena è stato informato della tragedia e senza neppure dare ai suoi uffici il tempo di preavvertire il Governatore e le altre Autorità locali. Conte ha prospettato al Governatore Musumeci che potevano incontrarsi in Prefettura, mentre non era opportuno farlo al Policlinico anche al fine di rispettare le richieste di riserbo dei familiari delle vittime. L’ha invitato comunque a Palazzo Chigi: il presidente del Consiglio è sempre disponibile a incontrare i Rappresentanti delle Istituzioni. E’ quanto si apprende da Palazzo Chigi. 

In seguito al chiarimento del premier, Musumeci ha quindi dichiarato: «Se il premier Conte dice di non avere dato disposizione in questo senso come mi ha detto al telefono, se il capo del cerimoniale dice alla mia struttura di non averne dato disposizione, allora la condotta del capo della Prefettura mi sembra inadeguata al ruolo. Sono portato a pensare che il capo del governo non stia mentendo, quindi o mente il capo del cerimoniale o il Prefetto di Palermo, e allora se così è spero che il prefetto venga allontanato». «Per due volte il presidente del Consiglio è venuto in Sicilia e il presidente della Regione lo ha appreso col massimo ritardo. Pretendo rispetto non per quello che sono ma per quello che rappresento. Qualcuno lo deve dire a Roma che in Sicilia bisogna venire col cappello in mano». Il riferimento è alla visita del premier a Palermo per l'inaugurazione dell’anno scolastico nell’istituto "Pino Puglisi"e al sopralluogo di oggi nelle zone colpite dall’alluvione. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 3
  • santy

    04 Novembre 2018 - 17:05

    Il presidente Conte non ama sicuramente fare passerella, a differenza del governatore Musumeci "il proclamatore" e burocrate eccellente. Presidente dove è stato quando i milioni di euro tornavano a Bruxelles, dove ha bivaccato quando per cinque anni tanti soldi rimanevano fermi? Credo che stavolta le dimissioni le dovrebbe rassegnare lei.

    Rispondi

    • Mariazzu

      05 Novembre 2018 - 06:06

      Ma stiamo parlando di un presidente del consiglio che ignora il galateo istituzionale. Per una volta sono d'accordo con Sgarbi. Chi viene da Roma non può non raccordarsi con le istituzioni locali. Anche questo fa parte del quadro di assoluta incompetenza di questo governo. Su Musumeci tutto si può dire, ma non che sia un governante ineficace

      Rispondi

  • giusalme

    05 Novembre 2018 - 00:12

    La Regione siciliana è una regione a statuto speciale e il Presidente ne è il rappresentante istituzionale , nonchè ,per statuto, membro del Consiglio dei Ministri . Il Presidente Conte avrebbe dovuto avvertire preventivamente il Presidente Musumeci della sua intenzione di far visita ai dolenti del Policlinico .Il Prefetto risponde istituzionalmente al Presidente della Regione e avrebbe dovuto avvertilo tempestivamente dell'arrivo di Conte .

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa