home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Le due mosse per salvare le ex Province dal fallimento

Il Governo regionale sta lavorando all'ipotesi di far tornare come tasse regionali sia quelle sulle Rca che sulle immatricolazioni

Le due mosse per salvare le ex Province dal fallimento

Si prova a salvare dal fallimento le ex province siciliane che, dopo la riforma votata durante il Governo Crocetta, hanno visto le competenze rimanere pressoché le stesse ma con i bilanci sempre più tagliati. Una ricetta arriva dall'assessore alle Infrastrutture Marco Falcone: «E' allo studio del governo regionale una norma che possa consentire di salvare le ex Province dal default. L’idea è di retrocedere il contributo Rca e Ipt dallo Stato alla Regione».

«Ho sentito poc'anzi l’assessore regionale alle Autonomie locali Bernadette Grasso - ha detto Falcone a Comiso - e approfondiremo la questione col presidente Musumeci. Questione prioritaria per il nostro governo. Stiamo lavorando a una norma che faccia retrocedere Rca e Ipt a tasse regionali, com'era prima. Sul prelievo forzoso si discuterà successivamente, il governo nel momento in cui vorrà fare il prelievo forzoso dovrà cercare i soldi, noi nel frattempo potremo fare questa manovra che potrebbe restituire 120 milioni di euro alle Province e consentire loro di chiudere i bilanci per quest’anno». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa