home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Dipendenti infedeli alla Regione siciliana, Musumeci: «Sono una cancrena»

Il governatore commenta l’operazione della Guardia di finanza contro l’assenteismo all’assessorato alla Salute

Dipendenti infedeli alla Regione siciliana, Musumeci: «Sono un cancrena»

PALERMO - «Sono avvenuti alcuni arresti, è il segno evidente di come il malessere sia ancora presente. Negli assessorati non si avverte lo scrupolo e la necessità di entrare e uscire in un certo orario». Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, incontrando i giornalisti per presentare i finanziamenti per l’efficenza energetica, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, commenta l’operazione della Guardia di finanza contro l’assenteismo all’Assessorato alla Salute. «tiamo dotando gli uffici di strumenti di sicurezza e di controllo e di sorveglianza - spiega -. Ci sono lobbisti che stanno giornate intere negli assessorati e cercano di contattare il funzionario o il dirigente più debole, per farselo amico e avere notizie anzitempo. Succede anche questo e spero di non doverli scoprire mai. Li accompagnerò a calci nel sedere fuori dal palazzo». «In un paese - aggiunge Musumeci, rivolgendosi ai sindaci presenti nella Sala Alessi - è più facile controllarli ma i dipendenti infedeli sono ovunque. Ma accanto a questa cancrena c'è anche tanta buona burocrazia».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa