Notizie locali
Pubblicità

Politica

Il Pd e il "caso Faraone", la Boschi: «Sulla vicenda si diano spiegazioni»

Di Redazione

ROMA  - «Per noi l’unica soluzione in caso di crisi è tornare alle elezioni, non ci sono accordi possibili con M5S, il problema non è solo Di Maio che ha già dimostrato i propri limiti». Lo ha detto oggi Maria Elena Boschi arrivando alla Direzione del Partito democratico. «Sul caso Faraone occorrono delle spiegazioni, dobbiamo evitare il rischio di cercare di tenere fuori dal partito chi ha dato un contributo fondamentale e ha vinto un congresso», ha aggiunto la deputata a proposito del senatore renziano la cui elezione a segretario in Sicilia è stata dichiarata irregolare dalla Commissione nazionale di garanzia.

Pubblicità

Di Faraone inoltre, a quanto si apprende, ha parlato Lorenzo Guerini nel suo intervento alla Direzione Pd rivolgendosi direttamente al segretario Zingaretti: «No a tentazioni di normalizzazione nel partito. E, caro Nicola (Zingaretti, ndr) - avrebbe detto Guerini - se c'è un dirigente politico, un parlamentare apprezzato come Davide Faraone, che si autosospende, il capo di una comunità ha il dovere di recuperarlo a questa comunità».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: