Notizie locali
Pubblicità

Politica

Il commissario siciliano dei Dem apre al M5S: «Costruire una sinergia»

Di Redazione

«Anche in Sicilia il Pd si prepara a vivere una nuova stagione. In queste settimane ho avuto modo di conoscere la situazione del partito nell’Isola, c'è voglia di rimettersi in cammino. Nei prossimi giorni partirà la campagna di tesseramento che sarà accompagnata da un tour nelle province Siciliane, per ascoltare da vicino la voce dei territori e della nostra base».

Pubblicità

Così Alberto Losacco, commissario del Pd in Sicilia. «Il tesseramento, che resterà aperto fino al 31 dicembre e si svolgerà attraverso procedure chiare e slegate da qualunque logica di parte, ci consegnerà la platea per il necessario percorso congressuale regionale. C'è bisogno dell’aiuto di tutti affinché il Pd torni a essere un punto di riferimento per la società e per gli elettori che si riconoscono nei nostri valori».

Per Losacco «è importante guardare avanti per costruire una sinergia fra il Pd, il Movimento 5 Stelle e le altre forze che sostengono il governo nazionale che partendo dai territori, veri incubatori di un’alleanza per battere la destra sovranista, si traduca in un progetto politico che liberi dal basso le migliori energie del Paese».

«La sfida dei prossimi mesi è duplice - aggiunge il commissario del Pd in Sicilia - da un lato occorre lavorare per riproporre a livello locale l’accordo nazionale che ha portato alla nascita del nuovo governo e, dall’altro, far sì che proprio dal confronto sui territori possa emergere una sintesi che, attraverso un’esperienza di collaborazione politica, getti il seme di una futura alleanza non solo antisovranista ma anche programmatica. In quest’ottica - conclude Losacco - auspico un confronto tra Pd, Movimento 5 Stelle e le altre forze che sostengono il governo, non solo per far emergere i punti di convergenza ma anche per avviare un dialogo costruttivo su possibili contenuti programmatici a cominciare dalla sostenibilità ambientale e dal potenziamento delle politiche sul dissesto idrogeologico, senza dimenticare l'ammodernamento infrastrutturale, la gestione di flussi migratori, l’azione di contrasto alle mafie e, soprattutto, la scommessa sulle nuove generazioni».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA