Notizie locali
Pubblicità

Politica

L'endorsment di Enzo Bianco per le sardine catanesi, domani in piazza

Di Redazione

CATANIA - «Le Sardine sbarcano anche a Catania. Che gioia!! Portano una voglia di riscatto contro chi vuole alzare muri, alza la voce, aggredisce gli altri, chiude all’Europa, semina paure e rancori ed ha dimostrato di non saper governare il Paese. Sabato alle 18 tutti all'Acqua 'o linzolu, carichi di gioia di energia, di gioia di vivere, di sorriso». Sono le parole dell'ultimo post su Facebook dell'ex sindaco di Catania, Enzo Bianco, che fa manifesta così il suo esplicito sosteno al movimento spontaneo di protesta anti Salvini nato a Bologna. 

Pubblicità

A Catania le “Sardine” prendono il mare aperto dal fiume Amenano, dall’Acqua a linzolu, la fontana simbolo di Catania. E lo fanno domani sabato, dalle 18, con un flash mob in piazza Duomo con il quale si presentano alla città. E al quale parteciperà quini anche l'ex sindaco.

Il gruppo catanese è nato in fretta, contagiato dall’estendersi del movimento in tutta Italia dopo la prima sortita del 14 novembre a Bologna, su iniziativa di quattro trentenni. E giovanissima è Irene Distefano, psicologa, una delle promotrici delle “Sardine” nostrane. È lei che si è raccordata con i coordinatori nazionali, lei che si è confrontata con altri tre amici con cui ha creato una pagina Facebook che, nell’arco di pochissimi giorni, ha raccolto oltre 5.000 adesioni. Di qui la scelta di vedersi, di conoscersi e il primo appuntamento a Gammazita dove si sono ritrovate più di 300 persone. E, insieme, hanno deciso di organizzare la prima manifestazione.

«Siamo un movimento spontaneo, senza alcuna rappresentanza politica - sottolinea Irene Distefano - Un movimento che canalizza il disappunto verso la politica di odio e di chiusura, la politica razzista e xenofoba cui abbiamo per troppo tempo assistito soprattutto per voce di Matteo Salvini e della Lega. Il nostro è un movimento antifascista e antirazzista. Siamo contro i porti chiusi, contro i muri, contro i Paesi che violano i diritti umani e contro ogni forma di discriminazione. E, soprattutto, siamo per la solidarietà, la fratellanza, la pace. Vogliamo ritrovarci uniti e compatti in difesa dell’umanità».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA