Notizie locali
Pubblicità
Salvini e Meloni in piazza io 2 giugno, ma Berlusconi si "smarca"

Politica

Salvini e Meloni in piazza il 2 giugno, ma Berlusconi si "smarca"

Di Redazione

Roma Forza Italia continua a smarcarsi dagli alleati sovranisti sul Mes e sul Recovery fund, e preferisce tirarsi fuori dalle polemiche sulla manifestazione organizzata il 2 giugno a Roma da Lega e Fdi per contestare la fase 2 del governo Conte.

Pubblicità

Silvio Berlusconi non intende pronunciarsi in proposito e si concentra sull'emergenza economica legata al Covid-19. Vediamo cosa succede, quando sapremo di cosa si tratta decideremo il da farsi, avrebbe detto il Cav, apprende l’Adnkronos, a chi ha avuto modo di sentirlo nelle ultime ore.

L’ex premier, insomma, sembra non preoccuparsi della "voglia di piazza" di Matteo Salvini e Giorgia Meloni e li lascia fare. Vuol prima capire, raccontano, quali sono modi e toni dell’iniziativa.

Tra gli azzurri, soprattutto i "lettiani", c'è chi pensa che la piazza sovranista possa essere un arma a doppio taglio per il ruolo di "responsabile" fino ad ora svolto dal leader di Forza Italia e non sia opportuna, non solo politicamente, in un momento così delicato per il Paese, alle prese con un’emergenza senza precedenti.

C'è chi, invece, spinge a partecipare, almeno con una delegazione di partito, perché potrebbe essere l’occasione per dare un "avviso di sfratto" a Conte, mentre disertare l’appuntamento significherebbe regalare la piazza a Lega e Fdi, sacrificando quello spirito unitario del centrodestra più volte sbandierato dallo stesso Berlusconi.

Il presidente di Fi, raccontano fonti azzurre, preferisce insomma stare alla finestra, almeno per ora, anche perchè, riferiscono, sembra non sia stato preventivamente informato della manifestazione dagli alleati. "Fino al 2 giugno c'è ancora tanto tempo", dice a mezza bocca un big azzurro, che conosce molto bene i tira e molla all’interno della coalizione.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: