Notizie locali
Pubblicità

Politica

Dati covid truccati, via al dibattito: Musumeci sulla "graticola"

Di Redazione

PALERMO Toni infuocati all’Ars. Subito dopo il voto alla manovra finanziaria, il governatore Nello Musumeci, ha comunicato di essere disponibile al dibattito sullo scandalo dei presunti dati Covid taroccati. «Io non ho nulla da aggiungere rispetto alla comunicazione delle dimissioni dell’assessore Ruggero Razza, vi ascolto», ha detto Musumeci.
"E' lei che deve riferire, poi si fa il dibattito», ha replicato il capogruppo Pd, Giuseppe Lupo, abbandonando il pulpito. A
intervenire sono i deputati dei 5stelle: «Dimissioni». Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, ha lasciato la presidenza dell’aula al suo vice, Roberto Di Mauro. 

Pubblicità

«Lei manifesta il suo disprezzo per il Parlamento - ha detto deputato del Pd, Antonello Cracolici, rivolgendosi in aula al governatore Nello Musumeci - considerandolo un luogo inutile, che non capisce, che non ha contezza delle cose. La democrazia purtroppo ha la ritualità dell’ascolto, e lei sta dimostrando di essere inadeguato. Molti anni fa di fronte alla crisi dei cannoli, venne il presidente Regione sbeffeggiando l’aula, che respinse la sfiducia. Cinque giorni dopo quel presidente fu costretto a dimettersi. Io non le auguro questo, lei oggi può costituire un problema per questa Regione: la credibilità. Qualunque cosa faremo non avremo più certezze. Se lei non prenderà atto della sua inadeguatezza insieme ai siciliani dovremmo convincerla a cedere il passo». 

«Io non volevo e non dovevo svolgere alcuna considerazione iniziale, non avevo alcuna considerazione politica da fare, ma perché ho letto gli atti nell’indagine. Non c'era alcun atto personale da cui dovevo difendermi e non avevo motivo per cui avrei dovuto difendermi in quest’aula. L’ha detto il magistrato» ha replicato Nello Musumeci.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: