Notizie locali
Pubblicità
Cappellani (Pd): «Dico sì a Draghi, serve istituto ricerca Green Economy»

Politica

Covid, Cappellani (Pd): «Sanità siciliana va commissariata»

Di Redazione

«Mentre l’Italia si prepara a ripartire, grazie alla spinta del Pd e del ministro Franceschini, anche con la riapertura dei teatri all’aperto, in Sicilia, dove i teatri all’aperto dovrebbero essere a norma, ci apprestiamo alla zona rossa e alla chiusura totale. Frutto della gestione Razza-Musumeci che, al di là delle valutazioni penali e politiche hanno, di sicuro, penalizzato l’economia dell’isola».

Pubblicità

Lo ha detto il parlamentare del Pd Santi Cappellani che ricorda poi di aver «presentato in settimana una interrogazione parlamentare» nella quale sottolineava come «la situazione sanitaria in Sicilia versa, dopo le ben note vicende giudiziarie, che hanno causato le dimissioni dell’ormai ex assessore alla Sanità Ruggero Razza e l’azzeramento della struttura dirigenziale preposta al contenimento della pandemia con alcuni soggetti sottoposti a misure cautelari». «La situazione sta precipitando. I paesi dichiarati "rossi" - evidenzia Cappellani nella sua interrogazione - sono in aumento esponenziale. La gestione dell’emergenza pandemica risulta fallace anche nelle minime misure necessarie».

«Considerato che si apprende - conclude Cappellani ricordando la sua interrogazione- che il presidente della Regione, vuole conservare "ad interim" la delega alla Sanità senza intenzione di nominare un nuovo assessore, nella mancanza di una figura di riferimento dalle autorevoli e specifiche competenze tecniche, necessarie per fronteggiare la pandemia, chiedo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri di valutare l’eventualità della nomina di Commissario Ministeriale per la Salute in Sicilia».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: