Notizie locali
Pubblicità

Politica

Strage di Capaci, Miccichè: «La memoria serve, ma le “passerelle” hanno senso?»

Di Redazione

PALERMO - «Che ancora si tenga alto il livello della memoria è assolutamente corretto, non so se tutte queste passerelle hanno un senso. Vedo l’impegno con cui Maria Falcone e altri si adoperano, ma forse a partire dal prossimo anno bisognerebbe cominciare a pensare a qualcosa di diverso: un convegno, o una lezione di storia». Così il leader di Forza Italia in Sicilia e presidente dell’Assemblea siciliana, Gianfranco Miccichè, a margine della celebrazione dell’anniversario della strage di Capaci.

Pubblicità

«La memoria va mantenuta, per carità, ma le solite passerelle, uguali tutti gli anni... - aggiunge Micciché - Cominciano a essere meno utili di quanto non fossero una volta. Nessuna polemica però, sono felice di essere qua. Bisogna studiare qualcosa di diverso, altrimenti rischia di diventare una cosa ripetitiva che poi finisce col perdere l'importanza quando invece, l’importanza, è altissima tuttora. Forse meglio insegnare ciò che è successo piuttosto che fare la passerella».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA