home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il decalogo per un magico Natale anche per gli amici a 4 zampe

Come evitare le trappole che queste feste nascondono per i nostri pet

Il decalogo per un magico Natale anche per gli amici a 4 zampe

Ad esempio, se è vero che ai cani e ai gatti piace distruggere l’Albero di Natale, che spesso si trasforma in un trampolino o in un luccicante tiragraffi irresistibile, il vero problema è che i pet tendono a ingerire nastri, fili, spaghi e palline, fiocchetti, polistirolo, neve artificiale, gancetti in ferro. Come pure i nastri e i fili dei pacchi dono. Il rischio non è da poco: l’ingestione può provocare loro un blocco intestinale, quindi un’urgenza veterinaria. I sintomi sono quelli di un vomito non produttivo, assenza di feci, forte abbattimento, anoressia e dolorabilità addominale.

Che fare allora? Ecco alcuni consigli per godersi le feste in tutta tranquillità con i propri cuccioli: mettere tutte le decorazioni natalizie fuori dalla loro portata e assicurarsi che palline e fili non cadano accidentalmente per terra; scegliere un albero non troppo grande che, se dovesse cadere, farebbe meno male ai pet); evitare gli alberi veri (sebbene l’ingestione degli aghi veri o in plastica sia sempre pericolosa, nel caso dell’albero vero i rischi aumentano: il gatto o il cane possono rosicchiarne la corteccia e ingerirla); posizionare l’albero in un punto sicuro, magari assicurandolo il più possibile ai mobili circostanti; scegliere bene le decorazioni (no alla neve artificiale, agli oggetti in vetro e alle candele accese); fissare bene le decorazioni all’albero (no ai gancetti di metallo ad uncino); decorare solo le parti più alte dell’albero; scegliere statuine più grandi per il presepe; proteggere i cavi elettrici e le ciabatte per evitare che gli animali possano prendere la scossa. Altra cosa a cui fare attenzione è che non i nostri amici a quatro zampe non mangino il muschio del presepe.

Pericolose sono anche molte piante natalizie: la stella di Natale, l’agrifoglio e il vischio sono tossiche per cani e gatti. Vanno quindi relegate in un angolo della casa al quale il cane o il gatto non hanno accesso.

Attenzione anche al fatto che gli amici a quattro zampe non abbiano accesso ad alcuni cibi presenti sulle tavole della tradizione natalizia, ma per loro fortemente tossici. Vietatissimi aglio, cipolla e erba cipollina tossici sia per il cane sia per il gatto: l’assunzione, anche se in minima parte, condiziona il funzionamento dei globuli rossi e favorisce l’anemia. L’uovo crudo, invece, può portare alla pancreatite. Semaforo rosso anche per le ossa, troppo dure per i denti del micio e fonte primaria di soffocamento oltre che di perforazione intestinale. Oppure per le frattaglie crude e grasse, sempre fonte di infezioni intestinali. Il cioccolato non solo abbonda sulle tavole di Natale, ma è anche appeso all’albero in forma di palline decorative e sparso qua e là per la casa: il problema è che contiene la teobromina, una sostanza lontana parente della caffeina, particolarmente pericolosa per i cani. Sebbene la sfoglia non sia tossica né per i cani né per i gatti, il panettone contiene uva, uvette e canditi. Queste leccornie sono altamente sconsigliate per gli animali domestici: per motivi non del tutto chiari, danneggiano la funzionalità dei reni con effetti anche letali. Meno pericoloso il pandoro, ma è comunque sconsigliato perché, oltre a un altissimo contenuto di zuccheri, potrebbe presentare guarnizioni o ripieni di cioccolato. Le arachidi, altra prelibatezza tipica del Natale, possono provocare serie reazioni allergiche non solo agli umani, ma anche a cani e gatti. Anche il lardo, altro ingrediente molto diffuso in periodo di feste, pare sia connesso all’aumento delle pancreatiti nel gatto. Sebbene non direttamente tossici, i prodotti del latte, come creme e prodotti caseari, possono causare diarrea a entrambe le specie, soprattutto se lavorati come le creme al formaggio o assunti in grande quantità. Off limits, ovviamente, gli alcolici, sempre dannosi e letali per i cuccioli di casa. Attenzione anche alla frutta esotica, usata spesso per arricchire le tavole delle feste, e in particolare all’avocado, che è velenoso per il cane e il gatto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP