home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Nino Frassica a Vittoria gira un cortometraggio contro la ludopatia

Promosso e sovvenzionato dall’Asp di Ragusa, il film - firmato dal regista Andrea Traina - vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno della dipendenza dal gioco d'azzardo

Nino Frassica gira corto a Vittoria contro ludopatia

RAGUSA - Dal 15 al 20 ottobre l’attore Nino Frassica girerà nel Ragusano, principalmente a Vittoria, «Magic Show» un cortometraggio, promosso e sovvenzionato dall’Asp di Ragusa, che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno della ludopatia e sulle sue conseguenze sociali, sanitarie ed economiche, per contribuire a un cambiamento reale e sostanziale dei dati allarmanti sulla dipendenza legata al gioco d’azzardo. A dirigere il cortometraggio sarà il regista Andrea Traina, che curerà anche la sceneggiatura insieme a Ornella Sgroi e Davide Vigore. La produzione è affidata a Onirica S.r.l. con la collaborazione di Studio Riva e con il patrocinio del Comune di Vittoria.


«Magic Show - spiega Traina - è un film che scende in profondità senza mai diventare didascalico, capace di tratteggiare un’intera esistenza con la sola forza di uno sguardo coerente e scrupoloso, attraverso cui restituire la complessità del tema con suggestione ed empatia». «Un racconto condotto mediante un uso consapevole del linguaggio, che pur ancorandosi ai codici del genere - aggiunge - li sovverte in modo inaspettato, investendo lo spettatore con un universo sensoriale che lo colpisca dritto all’anima». Al fianco di Frassica gli attori Katia Greco, Angelo Tosto, Gabriella Saitta e Giorgio Musumeci. Dieci giorni
Una 'casting call’è fissata a Vittoria per il 5 ottobre dalle 16 alle 19 presso la Sala Mazzone (ex-centrale elettrica) in piazza Henriquez per piccoli ruoli e figurazioni. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • ASTOLFO

    03 Ottobre 2018 - 07:07

    Il gioco d'azzardo è quello che ha sedotto soprattutto Di Maio e la sua banda del M5S perché stanno giocando sulla nostra pelle l'aumento del deficit e l'improbabile abbassamento del debito pubblico sperando che al lotto esca il +3% del PIL. Se il numero non esce, i giocatori (tutti noi) perdono tutto e vanno sui barconi in Africa a dissodare il Sahara, che è l'unica cosa che gli resterebbe di fare.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa