home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Arte, la Sicilia piange il pittore Piero Guccione

Il maestro scompare all'età di 83 anni. Era il punto di riferimento del "Gruppo di Scicli" che raccoglie diversi pittori realisti. Era stato assistente di Renato Guttuso

Arte, morto a Modica il pittore Piero Guccione

Piero Guccione

RAGUSA - E’ morto a Modica (Ragusa) nell'hospice dell’ospedale "Maggiore" dove era ricoverato da qualche giorno il pittore Piero Guccione; aveva 83 anni. Guccione artista di livello internazionale anche per la sua sublime visione del Mediterraneo, era il punto di riferimento del "Gruppo di Scicli" che raccoglie diversi pittori realisti.

Piero Guccione era nato a Scicli (Ragusa) il 5 maggio 1935, è stato assistente di Renato Guttuso dal 1966 al 1969 per la cattedra di pittura dell’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha partecipato a importanti esposizioni pubbliche, nazionali e internazionali. Nel 1984 l’Hirshhorn Museum di Washington lo ha invitato alla mostra internazionale Drawings 1974-84. Nel 1985 è stato invitato dal Metropolitan Museum of Art di New York/The Mezzanine Gallery per un’antologica di grafica. Sue opere grafiche figurano nella collezione permanente del Museo. Ha partecipato alla X e alla XII edizione della Quadriennale (1972 e 1992). E’ stato invitato a diverse edizioni della Biennale di Venezia, tant'è che nel 1988 gli ha dedicato una sala personale nel Padiglione Italiano. Guida artistica del 'gruppo di Sciclì che Guttuso lanciò in un’intervista al "Tempo" di Roma. «Nel deserto della pittura italiana - disse Guttuso - c'è la purezza d’intenti di un gruppo di artisti che opera nell’estrema periferia, lontani dal dinamismo delle metropoli, dalle Biennali d’arte, dalla velocità consumistica alla quale neppure l’opera d’arte riesce a sottrarsi».  

«Piero Guccione è stato molto più di un pittore di fama mondiale. Per Scicli ha rappresentato la figura dell’intellettuale impegnato nel civile, in maniera concreta e fattiva». Lo dice il sindaco di Scicli, Enzo Giannone che esprime il suo cordoglio a nome dell’amministrazione comunale per la scomparsa dell’artista, ricordando «le doti di personaggio del mondo della cultura che ha contribuito, con la propria generosità, a finanziare campagne per la pulizia del territorio, contro il randagismo, per sostenere l’editoria locale e l’edizione di libri, che senza Piero Guccione non sarebbero mai nati». Piero Guccione è stato anche assessore alla Cultura negli anni 80 nella giunta presieduta da Pino Lonatica. 

Scicli darà il suo ultimo saluto a Piero Guccione martedì prossimo. La camera ardente che accoglierà le spoglie dell’artista sarà allestita dalle 9 alle 18 nella sala delle conferenze di palazzo Spadaro. Subito dopo in piazza Municipio vi sarà l’allocuzione funebre civile. La salma mercoledì, sarà trasportata a Messina, dove avverrà la cremazione. Le ceneri saranno sepolte nel cimitero di Scicli. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa