Notizie locali
Pubblicità
Corruzione elettorale, condannato ex sindaco di Vittoria Moscato

Ragusa

Vittoria, ex sindaco Moscato su scioglimento Comune: «Sistema antimafia è malato»

Di Redazione

VITTORIA (RAGUSA) - «La relazione della commissione regionale antimafia su rifiuti e scioglimento consigli comunali fa emergere il ruolo di tanti personaggi, di tante comparse e di tanti sciacalli, protagonisti anche dello scioglimento del comune di Vittoria che con la bava alla bocca hanno distrutto la vita di persone per bene, hanno condannato comunità intere con un marchio infamante, hanno sovvertito la democrazia». Lo dice l’ex sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, il cui Comune è stato sciolto per mafia nel luglio del 2018.

Pubblicità

«Sono felice per l’ex sindaco di Scicli Franco Susino - aggiunge Moscato -, è stata certificata la sua integrità ed è emerso il grande complotto contro Scicli. Anche la mia vita, come quella sua, è radicalmente cambiata. Da uomo delle istituzioni, da persona integerrima mai avrei pensato di dover subire uno scioglimento per mafia, di essere costretto a difendermi da accuse pretestuose e machiavelliche. È un peso che porto avanti con dolore e che mi ha portato lontano dalla politica. Però adesso cambiano tante cose: quello che abbiamo sempre detto su interessi occulti relativi allo scioglimento stanno venendo fuori. E sta venendo fuori l’assurdo ordinamento che regola gli scioglimenti dei Comuni. Una legge utilizzata spesso da un sistema malato come quello dell’antimafia degli ultimi anni con uomini dello Stato in balia di questi poteri. Dalla relazione emerge che nessuno ricerca la verità sulle possibili infiltrazioni ma si è ricercato solo il modo per poter giungere al sovvertimento della democrazia, senza alcuna prova». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA