Notizie locali
Pubblicità

Salute

Giornata mondiale sull'Autismo: in Sicilia circa 5.000 casi

Di Redazione

Oggi si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. A sancirla le Nazioni Unite con la Risoluzione 62/139 del 18 dicembre 2007, per sensibilizzare l’opinione pubblica su un disturbo che riguarda una quota sempre maggiore della popolazione e per stimolare l’impegno al miglioramento dei servizi e alla promozione della ricerca. Alcuni dei monumenti più importanti del mondo si tingeranno di blu, il colore scelto dall’Onu per raccontare l’autismo e anche l’Italia aderisce all’iniziativa, illuminando di blu piazze e opere architettoniche da Nord a Sud del Paese.

Pubblicità

L’autismo è una malattia per alcuni aspetti ancora misteriosa e per la quale non esiste al momento una cura. Solo in Italia colpisce tra le 300 e le 500mila persone.

I disturbi dello spettro autistico sono un gruppo complesso di disturbi dello sviluppo cerebrale. Questo termine, secondo l’Istituto superiore di Sanità, raggruppa condizioni come l’autismo e la sindrome di Asperger, disturbi caratterizzati da difficoltà nell’interazione e nella comunicazione sociale e da interessi e attività limitati e ripetitivi. Le persone affette da disturbo dello spettro autistico presentano difficoltà a vario livello nelle aree comunicativa, relazionale, comportamentale, cognitiva. Non c’è concordia sui numeri della patologia: recenti stime indicano 62 casi per 10.000, il che significa che un bambino su 160 ha un disturbo dello spettro autistico. Secondo altri studi, invece, i tassi sarebbero decisamente più elevati. Nelle persone affette, il grado di abilità intellettiva è variabile e spazia da una compromissione grave a abilità cognitive non verbali superiori alla norma. È difficile individuare prima dei 12 mesi di età la presenza della malattia, mentre la diagnosi è in genere possibile entro i 2 anni di età.

In Sicilia ci sono circa 5.000 autistici, ma i dati in costante aumento fanno prevedere che i disturbi dello spettro autistico diventeranno nel prossimo decennio un’emergenza sociale.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA