Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus a Palermo, la donna bergamasca mai stata in guardia medica e subito isolata

Salute

Coronavirus a Palermo, la donna bergamasca mai stata in guardia medica e subito isolata

Di Redazione

La turista bergamasca risultata positiva al test del Coronavirus «non si è mai recata alla guardia medica né al pronto soccorso». E’ quanto hanno spiegato dall’assessorato regionale alla Salute della Sicilia. Nella notte è stato allertato il 118 e la donna è stata subito isolata con il marito che bel frattempo è risultato negativo al test.

Pubblicità

«Sono stati confinati tutti coloro che hanno avuto contatti ravvicinati con la coppia, ai quali è stato nella notte prelevato un campione salivare mediante tampone faringeo-'spiega il governatore Nello Musumeci- Abbiamo immediatamente informato la task force nazionale e l’Istituto Superiore di Sanità per concordare le procedure da adottare. Siamo impegnati dalla notte a mettere in atto le procedure previste, che sono state immediatamente eseguite grazie al lavoro di questi giorni». Il tampone fatto alla Donna sarà adesso esaminato allo Spallanzani di Roma. Il tampone al marito è risultato invece negativo. L’uomo ha eseguito il tampone faringeo dopo il ricovero della moglie.

Il sindaco Leoluca Orlando, appena informato del caso della turista bergamasca in vacanza a Palermo risultata positiva al coronavirus, è stato durante la notte in contatto con le autorità sanitarie e con il Governo regionale per - dice una nota del Comune - «sincerarsi che tutte le procedure previste siano state messe in atto per l’isolamento della paziente che, al momento, presenterebbe soltanto leggeri sintomi influenzali».

Il sindaco è tuttora in contatto con la Prefettura, dove nelle prossime ore si svolgerà una riunione operativa con le autorità sanitarie uniche titolate a fornire indicazioni tecniche accurate sulle eventuali ulteriori misure precauzionali da adottare.

«Si conferma l’importanza che in caso di sintomi influenzali si contattino le strutture mediche senza recarsi al pronto soccorso - ha detto il sindaco - così come si conferma la necessità di rispettare tutte le regole igieniche personali e ambientali che servono a impedire il contagio».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA