Notizie locali
Pubblicità
Il valore formativo e culturale della danza

Archivio

Musica e danza, oltre alla passione c'è di più

Di P. F. M.

Siete appassionati di danza e sperate di diventare ballerini? Allora non potete che scegliere il liceo coreutico. Si tratta di una scuola superiore di secondo grado quinquennale istituita a opera della riforma Gelmini e offre allo studente una solida preparazione sullo stampo liceale. Si studiano quindi materie umanistiche e scientifiche. Il programma di studi comprende anche discipline specifiche dell’arte della danza come il linguaggio coreutico, la sua composizione, interpretezione ed esecuzione.

Pubblicità

Secondo il ministero dell’Istruzione la nascita del Liceo musicale e coreutico nell'anno scolastico 2010-2011 ha sancito l’avvio del processo di integrazione e continuità dei percorsi formativi in campo musicale, tant'è che questa scuola mira a rendere la musica e la danza discipline istituzionali di grande valore formativo e culturale.

QUALE FUTURO DOPO IL LICEO? Conseguita la maturità coreutica è possibile iscriversi a qualsiasi università (indicate le facoltà di carattere umanistico e di stampo artistico come Lettere e il Dams) o seguire corsi di alta specializzazione e formazione. Inoltre, è possibile proseguire gli studi presso un’accademia nazionale di danza. In questo caso si può decidere di ottenere un diploma di primo livello (equiparabile a una laurea triennale) o proseguire ancora con un diploma di secondo livello (equiparabile a una laurea specialistica).

Se invece si vuole lavorare subito, gli sbocchi professionali previsti sono in compagnie di danza, in teatri, enti pubblici o privati che si occupano di attività artistiche, musicali o legate al mondo della danza; diventare coreografo o danzatore; partecipare ad audizioni televisive.

TEST DI INGRESSO. Gli alunni interessati all’iscrizione al liceo coreutico devono superare una prova di accesso. L’ammissione al primo anno è infatti subordinata al possesso di requisiti fisici e tecnici. Lo studente, durante la prova di ammissione, deve dimostrare di possedere un allineamento posturale bilanciato e una corretta impostazione delle gambe, dei piedi, delle braccia, delle mani e della testa. Deve avere inoltre una buona capacità di orientamento nello spazio e uno spiccato senso ritmico.

Le conoscenze tecniche devono includere gli elementi di base della sbarra e del centro, la costruzione delle piccole e grandi pose e dei relativi passaggi in equilibrio su una sola gamba. Nel salto, nel giro e nel lavoro sulle punte, l’allievo deve dare prova di possedere una impostazione di base e la conoscenza dei passi principali.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA