WHATSAPP: 349 88 18 870

STORY. CORSO DI SCRITTURA CREATIVA MULTIDISCIPLINARE, DIRETTO DA OTTAVIO CAPPELLANI, IN COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE "DOMENICO SANFILIPPO EDITORE. TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE. GUEST E VISITING PROFESSOR

STORY. CORSO DI SCRITTURA CREATIVA MULTIDISCIPLINARE, DIRETTO DA OTTAVIO CAPPELLANI, IN COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE "DOMENICO SANFILIPPO EDITORE. TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE. GUEST E VISITING

INFO: 347 6572505

MAIL: storyscritturacreativa@gmail.com

OTTAVIO CAPPELLANI è uno scrittore, romanziere, drammaturgo, sceneggiatore italiano, copyrighter italiano.

Esordisce nel 2001 con La morale del cavallo (Edizioni Nadir) un dialogo teologico con la postfazione di Manlio Sgalambro. Nel 2004 pubblica il suo primo romanzo, Chi è Lou Sciortino? (Neri Pozza Editore) viene tradotto in ventisei paesi, la traduzione americana Who is Lou Sciortino? (Farrar, Straus & Giroux, 2007) è inserita nel Reading The World (i quaranta titoli più significativi tradotti e pubblicati negli Stati Uniti durante l'anno). Nel 2006 pubblica per Mondadori Editore Sicilian Tragedi. Lo scrittore statunitense David Leavitt dedica alla traduzione americana (Sicilian Tragedee, Farrar, Straus & Giroux, 2008) un'intera pagina del New York Times. Nel 2009 pubblica per Arnoldo Mondadori Editore Chi ha incastrato Lou Sciortino?, prequel del suo primo romanzo.

Nel gennaio 2010 il Teatro Stabile di Catania produce e mette in scena, con la regia di Guglielmo Ferro, la riduzione teatrale (ad opera dello stesso autore) di Sicilian Tragedi.

Sempre nel 2010 inizia a occuparsi di urbanistica con un intervento ospitato nel volume Urbanità come risorsa di Giancarlo Consonni, professore ordinario di Urbanistica al Politecnico di Milano.

Nel 2011 scrive il soggetto e la sceneggiatura di My name is Sid, cortometraggio in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia dello stesso anno, nella sezione Controcampo Italiano.

Nel novembre 2011 esce per Mondadori (Strade Blu) il romanzo L'isola prigione.

Nel dicembre 2011 il Ministero per i Beni Culturali ha riconosciuto di Interesse Culturale Nazionale una sua sceneggiatura originale ambientata nel mondo di Facebook, dal titoloFB.


Nel luglio 2013 pubblica online (dominio pubblico in formato elettronico) Manifesto per le città alla fine del mondo (brevissimo romanzo architettonico in forma di aforismi).

A ottobre 2013 esce per Imprimatur il romanzo Sull'Etna non uccidono mai nessuno.


Il suo romanzo Sicilian Comedi, uscito nel 2017 per SEM - Società Editrice Milanese, è stato presentato durante la manifestazione PordenoneLegge dallo scrittore statunitense David Leavitt, che lo ha poi accompagnato anche durante alcune date del tour italiano.


COLLABORA CON

IL QUOTIDIANO LA SICILIA (CON UNA RUBRICA SETTIMANALE IN PRIMA PAGINA).

CON IL SETTIMANALE “PANORAMA” (CON UNA RUBRICA SETTIMANALE)

CON IL QUINDICINALE “IL CANDIDO NUOVO”

CON IL SITO ONLINE “L'INKIESTA”

TIENE UN BLOG ALL'INTERNO DEL SITO DEL QUOTIDIANO “LA SICILIA”

HA COLLABORATO CON

“IL FOGLIO”

“IL RIFORMISTA”

“LA REPUBBLICA”

“IL CORRIERE DELLA SERA”


HA SVOLTO ATTIVITA' DI COPYRIGHTING PER

“GRUPPO EDITORIALE MODADORI”

“GRUPPO EDITORIALE L'ESPRESSO-REPUBBLICA”

“GRUPPO EDITORIALE RCS-RIZZOLI CORRIERE DELLA SERA”

MAGGIO FIORENTINO

FESTIVAL DI VENEZIA

TAOARTE

FESTIVAL DEL CINEMA DI TAORMINA

PUBLIKOMPASS

PK

PK-SICILIA

NEGLI ANNI -2013-2014-2015 HA SCRITTO STORYTELLING E SCREENPLAYN PER I LANCI MONDIALI DEI NUOVI MODELLI DI AUTOMOBILI AUDI

INNUMEREVOLI LE SUE COLLABORAZIONI PER COMUNICAZIONE, PUBBLICITA', SOCIAL MEDIA MANAGER, SVILUPPO TESTI, GHOST WRITING PER AZIENDE NAZIONALI ED INTERNAZIONALI.


QUOTES


“Sicilian Tragedee”, the novel by Ottavio Cappellani, is at once paean and satire, celebrating the over-the-top glories of Catania even as it skewers the vanity and corruption of its citizens. (David Leavitt - New York Times).


“Linee narrative, tra le più evidenti delle quali indicherei la linea siciliana, che non è solo Verga e Capuana, De Roberto e Pirandello, i capostipiti moderni, ma Tommasi, Sciascia, Bufalino, Consolo, con forti connotati ideologici e, oggi, con forti connotati linguistici, Camilleri e Cappellani, con tre generazioni tra i due” Folco Portinari – L’Unità


“Ci si lamenta, e con ragione, della progressiva scomparsa della commedia di qualità, tanto al cinema quanto al teatro. Caso vuole che ora quel genere ricompaia nelle pagine di uno scoppiettante libro dello scrittore catanese Ottavio Cappellani … Una scrittura festosa, esorbitante, infarcita di termini dialettali e di erotismo voyeuristico” Franco Marcoaldi – La Repubblica


“Ottavio Cappellani torna a raccontarci le storie della Catania da bere … Una città in fermento, uomini e donne griffati da capo a piedi… macchine di gran marca… occhiali da sole, i-Pod, happy hour, solarium sugli scogli di Polifemo, insalate di polpo sul mare, cellulari con suonerie invadenti, sms ammiccanti, mogli e amanti alle prese con l’elaborazione del lutto, gay disinibiti… Una movida continua che potrebbe far pensare un po’ a Barcellona e un po’ a Beirut” Ranieri Polese – Corriere della Sera


“A Shakespeare hanno fatto di tutto, e da talmente tanti secoli, che sembrava impossibile inventare qualcosa di originale. Ottavio Cappellani riesce nell’impresa, intrecciando “Romeo e Giulietta” con le guerre di mafia, il teatro elisabettiano e la tragedia greca, le rappresentazioni barocche e la commedia di costume, la comicità di Nino Martoglio e le sagre del pesce spada … L’antico e il nuovissimo si sfiorano facendo scintille” Mariarosa Mancuso – Il Foglio


“Cappellani ha scelto l’arma leggera di un’ironia metafisica … una narrativa nuova e coraggiosa, che sa elevare le rampogne e i vizi delle italiche genti a materia letteraria di qualità … Cappellani è uno dei narratori che davvero potrebbero imprimere una svolta al discorso letterario” Sergio Pent – Tuttolibri, La Stampa


“La città erotica e letteraria di Vitaliano Brancati ieri, e di Ottavio Cappellani oggi” Pietrangelo Buttafuoco – Panorama


GUEST E VISITING PROFESSOR


TERESA MARTINI – “LA COMUNICAZIONE NELL’EDITORIA”

Già direzione comunicazione e marketing di LEGO, General Motors e Tusquets Editores, attualmente SEM – Società Editrice Milanese


MARIAROSA MANCUSO - “LA CRITICA LETTERARIA E CINEMATOGRAFICA”

Di origini siciliane, è cresciuta in Svizzera e si è laureata in filosofia all’Università Statale di Milano. Dal 1997 al 2005 firma del Corriere della Sera, dove ha curato la rubrica di interviste a scrittori “Il mestiere di scrivere”. Ha scritto sulle riviste Il piccolo Hans e Leggere. Collabora con Vanity Fair, Io Donna, La Lettura del Corriere della Sera e Rivista Studio. Ha pubblicato saggi su Karen Blixen, Edith Warton, Norman Douglas, David Garnett, Edmund Gosse. Ha tradotto Jonathan Swift, Edgar Allan Poe, Charles Dickens, Nathaniel Hawthorne ecc.


RICCARDO CAVALLERO “L’INDUSTRIA EDITORIALE LETTERARIA”

Manager. Direttore generale dell’editoria «d’autore» (o editoria Trade) Mondadori (da gennaio 2010), amministratore delegato di Einaudi (da giugno 2011) e direttore generale delle Edizioni Mondadori. Direttore Generale SEM – Società Editrice milanese


MARIO VENUTI “LA SCRITTURA DI UNA CANZONE”

Uno dei volti più noti del cantautorato italiano. Dalla musica d’autore al festival di Sanremo.


RAFFAELE GULISANO - “LA MUSICA INDIE”

Bassista e fondatore della storica band “indie” Uzeda. Al suo attivo collaborazioni autoriali con Gianna Nannini e Franco Battiato.


ANTONIO RICCARDI. “COSA CERCANO LE CASE EDITRICI”

Poeta. Già Direttore editoriale della Mondadori. Attualmente Direttore editoriale SEM – Società Editrice Milanese, Aboca, Rai Edizioni.


GUGLIELMO FERRO - “LA DRAMMATURGIA TEATRALE”

Regista. Pluripremiato con “Il biglietto d’oro”. Ha diretto: Ugo Tognazzi, Turi Ferro, Massimo D’apporto, Arturo Brachetti, Remo Girone, Mario Scaccia, Giulio Brogi, Pino Micol, Ida Carrara, Maria Paiato, Fioretta Mari, Ornella Muti.


FRANCESCA FERRO - “I GIOVANI E IL TEATRO”

–Attrice, regista, autrice. Esperienza pluridecennale nonostante la giovane età. Ha fondato il Teatro Mobile.


FRANCESCO MARIA ATTARDI - “UNA START UP TEATRALE”

Videomaker, attore, autore, regista. Ha fondato il Teatro Mobile.


MASSIMILIANO PACE - “LA MUSICA E IL TESTO. COLONNE SONORE TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE”

Compositore, video-maker, Massimiliano Si diploma presso il Conservatorio di Santa Cecilia nel 1983. Si specializza nel campo delle musiche di scena, partecipando a più di settanta spettacoli teatrali in Italia e all'estero, collaborando con registi quali Roberta Torre, Guglielmo Ferro, Giancarlo Sepe, Sandro Sequi, Riccardo Reim, Manfredi Rutelli, Nino Mangano etc. In teatro lega il suo nome a quello di Turi Ferro scrivendo le musiche dei suoi ultimi cinque spettacoli e a quello di Andrea Camilleri per il quale scrive le musiche di sei spettacoli (tra cui "Il Birraio di Preston" e "La concessione del telefono"). Ha pubblicato composizioni cameristiche e Lieder.


GINO ASTORINA - “LA SATIRA”

Colonna del teatro siciliano. Fondatore e direttore del Gatto Blu e della Sala Harpago. Centinaia di spettacoli al suo attivo.

info: 3476572505

mail: storyscritturacreativa@gmail.com


IMMAGINARE STRUTTURARE CREARE PUBBLICARE


Ogni Opera ha bisogno di una struttura (storytelling).


Che si tratti di un romanzo, di un racconto, di un testo teatrale, di una sceneggiatura per un lungo o un cortometraggio, di una canzone, di un post su un blog o di una comunicazione commerciale, la creatività, per “funzionare”, ha bisogno di una “storia”.


Lo scopo del corso è fornire gli strumenti intellettuali grazie ai quali è possibile comprendere e creare un testo in maniera che esso arrivi al lettore scatenando emozioni. Come si dice in gergo: “che funzioni”


Le lezioni del corso saranno 12, ognuna di 3 ore, per un totale di 36 ore, suddivise in sei mesi. La lunghezza del corso è dovuta all’approfondimento necessario – letture, esercitazioni – e al necessario tempo per scrivere, sotto la supervisione di Ottavio Cappellani, un racconto.

I racconti selezionati saranno pubblicati in un volume edito dalla Fondazione Domenico Sanfilippo Editore.


In ogni lezione la prima ora sarà dedicata alla struttura (storytelling), la seconda ora sarà dedicata alla struttura nei vari campi della creatività (romanzo, racconto, teatro, canzone, cinema, poesia, articolo, post… etc.), ad esercitazioni e correzioni e agli incontri con gli ospiti e i visiting professor.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

© DIREZIONE LA SICILIA - I contenuti di questa sezione sono prodotti e inseriti autonomamente dagli autori. Pertanto sono riconducibili alla diretta responsabilità dei blogger e non sono in alcun modo espressione dell’Editore, della Direzione e della Redazione di questa testata.

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa