Notizie locali
Pubblicità

Sicilians

L'irrefrenabile corsa di Helena dalla Sicilia alla conquista della ribalta hollywoodiana

Di Giorgia Lodato

La bellezza mediterranea dei lunghi capelli scuri si mescola all’aria da straniera dei suoi grandi occhi blu. Helena Geraci, un piede in Sicilia, l’altro in America. A Los Angeles precisamente, dove la giovane catanese vive e lavora come attrice, riscuotendo grande successo di critica e di pubblico. Ultimo film che l’ha vista protagonista è  “La Llorona”, che ha da poco vinto come “Miglior Cortometraggio Thriller” all'Adbhooture Film Festival ed è attualmente in concorso ad altri festival. Ma la strada percorsa da Helena è costellata da tante tappe. A 20 anni inizia a studiare recitazione teatrale, frequentando due rinomati laboratori di recitazione catanesi. Prima “Il Teatro del Molo” diretto da Gioacchino Palumbo, poi “Il Teatro degli Specchi” diretto da Aldo Lo Castro e Marco Tringali.

Pubblicità

Dopo aver vissuto tra Parigi, Milano, Barcellona, New York e San Diego, nel 2018 si trasferisce a Los Angeles per dedicarsi alla recitazione per il cinema e la televisione. Da oltre un anno Helena fa parte del “The Actor’s Lab”, uno dei migliori laboratori di recitazione per il cinema in America, una comunità artistica con sedi a Los Angeles, Santa Barbara, Portland e Charlotte. La scuola è diretta da J.D. Lewis, noto per aver lavorato con attori, scrittori e registi, a Hollywood e in tutta la nazione, e per aver formato alcuni dei nomi più noti della televisione e del cinema. La formazione professionale di Helena comprende tecniche di recitazione, studio della scena, voce, movimento e improvvisazione. Oltre alla sua carriera di attrice, Helena ha anche un passato da modella, iniziata a Catania con l’agenzia catanese “BTF Casting” e proseguita a Milano con l'agenzia “Lady D. Fashion Management”.

Ma è Los Angeles a consacrarla come attrice a tutti gli effetti. Il film thriller “La Llorona” del regista Josh Quintero, in cui Helena interpreta la protagonista, ha riscontrato un grande riconoscimento da parte del pubblico e ha vinto il premio come “Miglior Cortometraggio Thriller” all'Adbhooture Film Festival, oltre ad essere attualmente in concorso al Cult Movies International Film Festival come “Migliore Regista”, “Miglior Cortometraggio” e “Miglior Cortometraggio Horror”.

Nel dicembre del 2020 il film ha avuto una première virtuale in collaborazione con Casa Cultural Saybrook-Montebello, a Los Angeles. Nello stesso anno Helena ha anche interpretato il ruolo di Cindy, protagonista del corto “Quaranteam” di Ayu Logan e Bianca Debeux, girato con iPhone e Zoom in quarantena e selezionato tra i concorrenti del “Safer at Home Film Festival” e del “Brazilian Film Festival”, entrambi a Los Angeles, e del “Lifft India Awards 2020”. Recentemente Helena ha anche prodotto e interpretato il ruolo principale in uno psyco-thriller, il corto “Lucky 7”, diretto sempre da Josh Quintero, selezione ufficiale al “The Lab Fest” Film Festival di Los Angeles. Come riconoscimento del suo talento, Helena è stata inoltre finalista della prima stagione del “The Big Break OC”, popolare concorso per attori teatrali che si muove sui social media e che offre agli aspiranti attori e scrittori di scena la possibilità di entrare in contatto con noti professionisti dello spettacolo a Los Angeles. Un vero e proprio evento teatrale internazionale con giudici di alto livello. 

È sempre Los Angeles a guidarla, anche nel 2021. Proprio lì Helena vuole avviare una nuova collaborazione per un sequel di “Lucky 7”, un corto dal titolo “Pin Up” e una Zoom Play, entrambe in collaborazione con i produttori di “The Big Break OC”. Oltre alla produzione di un nuovo cortometraggio per la prossima edizione del “Lab Fest 2021” di Los Angeles.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA