Notizie locali
Pubblicità

Sicilians

“Solo sole”: Emanuele Finocchiaro continua la tradizione di famiglia investendo nelle proprie idee

Di S. D.

Alle falde dell’Etna, dall’amore per il territorio siciliano, i suoi prodotti e le tradizioni culinarie dell’isola, 25 anni fa è nata l’azienda paternese a conduzione familiare “Conserve solo sole”, di Filippo Finocchiaro e Santina Russo, che oggi si apre a nuovi spazi di mercato puntando anche sui dolci per le ricorrenze con farciture di propria produzione.

Pubblicità

A raccontare la storia dell’azienda di Paternò, è il figlio di Filippo, Emanuele, che insieme con la sorella Martina, porta avanti e rinnova il progetto iniziale del padre.

«La nostra azienda è una famiglia – spiega Emanuele – che punta alla valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti. Il sogno che mio padre, da sempre affiancato da mia mamma Santina, ci ha trasmesso è quello di portare la Sicilia, in un barattolo, in tutte le tavole. Abbiamo sempre pensato ai siciliani immigrati, o a chi vive al nord o all’estero e desidera assaggiare le prelibatezze siciliane. Così ci siamo impegnati affinché con i nostri preparati si potesse facilmente portare in tavola un piatto dal gusto tutto nostrano come preparato al mattino dalle nostre mamme o dalle nostre nonne. Per far ciò i nostri genitori ci hanno insegnato a selezionare le materie prime migliori da cui sono nati sughi, pesti, paté, contorni e conserve di delizie siciliane».

E se da una parte l’azienda “Conserve solo sole” guarda alla tradizione sottolineando la sicilianità anche nei nomi dei prodotti, dall’altro lato il rinnovamento è “dolce”.

«Spinto dalla mia passione per la cucina e la pasticceria – continua Emanuele Finocchiaro - ho iniziato a sperimentare e studiare. Prima quasi per gioco, poi, anche affiancato da una tecnologa alimentare, abbiamo realizzato grandi lievitati come panettoni e colombe, e poi torroncini, paste di mandorla e di pistacchio e dopo tre anni di sperimentazione abbiamo ottenuto risultati inaspettati. Ora lanceremo la nuova linea di croccanti siciliani». A fare la differenza proprio il territorio.

«Le nostre farciture al pistacchio di Bronte, la mandorla di Avola, i canditi con le arance del territorio etneo, le nostre ricette della tradizione più antica legati ai prodotti di eccellenza hanno raccolto il gradimento dei consumatori, che oggi sono più consapevoli, informati e più attenti ai prodotti che portano in tavola». Per soddisfare clienti sempre più esigenti il progetto di innovazione dell’azienda ha aperto le porte ad un team di giovani.

«Scommettendo sui dolci da ricorrenza - spiega Emanuele - siamo attenti ad ogni dettaglio. Oltre alla qualità, alla sostenibilità, all’eccellenza del prodotto finale, abbiamo curato anche il packaging con una squadra di giovani grafici, e la comunicazione social per raggiungere tutti i potenziali clienti». Ma se ci fosse un ingrediente segreto che ha consentito all’azienda di crescere, Emanuele non ha dubbi: «Io e mia sorella siamo cresciuti in azienda – conclude – e abbiamo conosciuto l’amore per la nostra terra e la passione con cui mio padre e mia madre ci hanno insegnato a perseguire con costanza l’eccellenza. Per questo, anche io e mia moglie Claudia ci impegniamo per trasmettere l’amore per l’azienda ai nostri figli».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA