home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, la pagella dei consiglieri

Castagnino ha prodotto il maggior numero di atti. Subito dopo Vinci e Sorbello. Tutti i dati sono pubblicati, e quindi disponibili, nel sito internet ufficiale del Comune

Siracusa, la pagella dei consiglieri

Si va verso la conclusione del mandato elettorale ed anche tempo per bilanci, statistiche e rendiconto delle attività svolte dai consiglieri comunali. Sulla scorta delle attività oggettive d’aula e delle iniziative legate a interrogazioni, atti d’indirizzo, mozioni è possibile stilare una sorta di graduatoria, una pagella sulla condotta di ciascuno dei 39 consiglieri che occupano gli scranni dell’aula Vittorini.

Dalle statistiche, facilmente riscontrabili sul sito on line del Comune capoluogo, emerge che il totale degli atti prodotti dal mese di giugno 2013 a oggi, ammonta a 481 che corrisponde a una media di poco superiore a 12 atti per singolo consigliere. Al top di questa speciale graduatoria figura il consigliere della lista d’opposizione “Protagonisti con Vinciullo”, Salvo Castagnino che ha prodotto 40 atti, pari al 8,3%. Numeri da stakanovista per Castagnino che sembra rimarcare le orme del politico di riferimento, quell’Enzo Vinciullo che con i suoi 51 disegni di legge e 499 interrogazioni si è fregiato nell’ultima legislatura, della palma di deputato regionale, recordman di atti parlamentari.

Al secondo posto si piazza un’altra consigliera dell’opposizione, Cetty Vinci che ha prodotto 25 atti (5%), seguita con 22 atti ciascuno da Salvo Sorbello, Alessandro Acquaviva, Fabio Alota e dal capogruppo del partito democratico, Francesco Pappalardo. Con 21 atti occupa una posizione la settima posizione la consigliera del partito democratico Carmen Castelluccio. Scorrendo la classifica degli atti riscontriamo le posizioni di Elio Di Lorenzo e Maria Garozzo (19), Gaetano Bottaro e Alfredo Foti (18), Simona Princiotta e il vice presidente del consiglio, Pippo Impallomeni (16), Cosimo Burti e Roberto Di Mauro (15), Gaetano Malignaggi e Alberto Palestro (14), Gianluca Romeo e Stefania Salvo (13), Giuseppe Rabbito, Fortunato Minimo (12), Stefania D’Amico (11), Antonio Grasso (10), Giuseppe Casella (9), Luciano Aloschi, Leone Sullo (8), Gaetano Firenze, Loredana Spuria, Antonino Trimarchi, Enrico Lo Curzio (6), Alfredo Boscarino, Franco Formica (4), mentre 3 anni ciascuno hanno prodotto Chiara Catera, Salvo Cavarra e Dario Tota (subentrato a novembre 2016), Giuseppe Assenza e Marina Zappulla (2), uno ciascuno Tony Bonafede e Franco Zappalà (subentrato a novembre 2016).

Se certo con tali statistiche non si può fare riferimento alla qualità degli atti prodotti, possiamo farci un’idea sull’impegno e l’attivismo dei consiglieri comunali il cui mandato è in procinto di scadere.

Francesco nania

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa