home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Priolo, operaio ustionato in impianto Isab

L'uomo colpito da uno schizzo di zolfo liquido ricoverato d'urgenza nel Centro grandi ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania. I sindacati: «Abbassamento spregiudicato dei livelli di sicurezza e di garanzia per i lavoratori»

Priolo, operaio ustionato in impianto Isab

PRIOLO - Incidente sul lavoro negli impianti nord della raffineria Isab, nel polo petrolchimico di Priolo Gargallo, nel Siracusano. Un operaio di una ditta dell’indotto che si stava occupando di manutenzione è stato colpito da uno schizzo di zolfo liquido per cause ancora in corso di accertamento. Il liquido caldo ha raggiunto l’uomo al collo e alle mani: necessario il trasferimento d’urgenza al centro grandi ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Poco dopo, in un’altra zona della raffineria, si è verificata una fuoriuscita di olio di lubrificazione da un compressore recupero gas: il gas è andato in torcia e si è verificato un leggero sfiaccolamento. Nessun operaio è stato coinvolto.

Parlano di «abbassamento spregiudicato dei livelli di sicurezza e di garanzia per i lavoratori» Roberto Alosi e Antonio Recano, rispettivamente segretario generale della segretario generale della Cgil e della Fiom di Siracusa. «L'attenzione delle aziende verso la sicurezza sul posto di lavoro non ha mai raggiunto gli standard da noi perorati». Alosi e Recano ribadiscono la necessità di investimenti: «Rivendichiamo l’urgenza di rivedere il sistema degli appalti e maggiori controlli sull'applicazione della legge sulla sicurezza sul posto di lavoro»

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa