home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Sistema Siracusa", "agevolazioni" per sorelle Frontino: ordinanza cautelare per 4

L'indagine, coordinata dalla Procura di Siracusa, si inserisce nell’ambito dell’inchiesta su un giro di sentenze pilotate per agevolare gruppi imprenditoriali e che aveva già portato all'arresto dell'ex pm Giancarlo Longo

"Sistema Siracusa", "agevolazioni" per sorelle Frontino: ordinanza cautelare per 4

SIRACUSA - Con l’accusa di bancarotta fraudolenta e truffa la Guardia di Finanza ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare a Concetta Rita Frontino, imprenditrice, a Rosa Gibilisco, rappresentante legale di una azienda, Davide Venezia e Alfredo Sapienza, entrambi amministratori societari. A Daniela Frontino, sorella di Rita, è stato notificato solo un provvedimento di sequestro patrimoniale. L'indagine, coordinata dalla Procura di Siracusa, si inserisce nell’ambito dell’inchiesta Sistema Siracusa su un giro di sentenze pilotate per agevolare gruppi imprenditoriali. Il gruppo da agevolare era proprio quello delle sorelle Frontino e in particolare le società Open Land e Am Group. Nel febbraio scorso furono arrestate 15 persone, tra cui l’ex pm Giancarlo Longo e gli avvocati Piero Amara e Giuseppe Calafiore, quest’ultimo compagno di Rita Frontino.  

Sono due le inchieste, coordinate dalla Procura di Siracusa, che ruotano attorno alla costruzione del centro commerciale Fiera del Sud. La prima indagine, che ha portato all’arresto di 4 persone accusate di bancarotta fraudolenta e frode fiscale, è stata denominata «Archia». I finanzieri del gruppo tutela entrate hanno accertato che gli amministratori di diritto succedutesi nel tempo e quello di fatto della Codaf Srl «distraevano somme per oltre 250 mila euro eseguendo pagamenti non giustificati» celando «maggiori perdite per quasi 3,5 milioni di euro». Secondo la Finanza, la Rgd Srl avrebbe evaso le imposte per circa 250 mila euro e alcuni indagati «non versavano l’Iva per oltre 500 mila euro». Gli accertamenti degli inquirenti hanno permesso di svelare dei collegamenti con una società partecipata con sede legale in Svizzera. Eseguiti sequestri di beni immobili e quote societarie pari a 2 milioni di euro, della società proprietaria del centro commerciale il cui valore è stato stimato in circa 29 milioni di euro.


La seconda operazione, che ha riguardato sempre il centro commerciale, è stata denominata «Fiera del Sud» ed è stata condotta dal nucleo di polizia economico finanziaria di Siracusa che ha indagato, in concorso tra loro, per truffa 10 persone individuate quali amministratori di fatto e di diritto ovvero procuratori di società facenti parte del «Gruppo Frontino», nonché il contabile delle stesse società: Concetta Frontino, Daniela Frontino, Maria Cimino, Rosa Gibilisco, Alfredo Sapienza, Davide Venezia, Oumar Aidara, Adama Zombo, Graziano Del Greco e Salvatore Noto. Contestate una serie di condotte fraudolente, finalizzate a consentire al Gruppo imprenditoriale "Frontino" di edificare il centro commerciale «eludendo fraudolentemente i debiti contratti nei confronti dei subappaltatori che avevano realizzato le diverse opere infrastrutturali». L’immobile il centro commerciale «Fiera del Sud» sequestrato è stato affidato in giudiziale custodia ad un amministratore giudiziario nominato dalla Procura.  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa