home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Falò in spiaggia e spinelli a San Lorenzo: segnalati in Prefettura 12 giovanissimi

Intensificati i controlli dei carabinieri anche in vista del Ferragosto. Una ragazza soccorsa e trasportata in ospedale a Noto: aveva bevuto troppo

Falò in spiaggia e spinelli a San Lorenzo: segnalati in Prefettura 12 giovanissimi

Il fatto è accaduto a Noto e, avendo notato la delicatezza della situazione, gli amici hanno fatto intervenire, oltre che la pattuglia dei carabinieri della compagnia di Noto, anche l’ambulanza del 118, i cui sanitari sono riusciti a intervenire per tempo e a soccorrere la ragazza poi trasportata semplicemente in via precauzionale in ospedale.

E’ questo uno dei tanti interventi eseguiti dai militari dell’Arma in occasione della notte di san Lorenzo che ha visto la mobilitazione delle forze dell’ordine per garantire sicurezza all’elevato numero di turisti e residenti che hanno scelto di ritrovarsi lungo le spiagge per intercettare il passaggio di una stella cadente e passare la nottata in compagnia.

L’attività di controllo è stata coordinata dal Comando provinciale dei carabinieri di Siracusa, che hanno intensificato i servizi preventivi e repressivi sul territorio, prestando la massima attenzione alle coste e ai luoghi di ritrovo di massa: servizi preventivi e di contrasto alle varie forme di illegalità nelle zone balneari con pattuglie a piedi nei luoghi di ritrovo e presso i principali stabilimenti balneari, intervenendo prontamente per impedire comportamenti illeciti e pericolosi sulle spiagge come, ad esempio, lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti, l’abuso di sostanze alcoliche e l’accensione di falò.

I carabinieri della Stazione di Cassibile, che agiscono lungo le spiagge che vanno dalla località Fanusa fino a Fontane Bianche, hanno denunciato a piede libero alla Procura dei minori di Catania, un 17enne siracusano per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.

E’ stato trovato in possesso di 7 spinelli, un grammo e mezzo di hashish, e la somma di 70 euro in contanti, che gli investigatori ritengono possa essere il provento dell’attività di cessione del “fumo”.

In aggiunta sono state effettuate dodici segnalazioni in Prefettura per detenzione di modica quantità di sostanze stupefacenti, prevalentemente hashish e marijuana, in alcuni casi confezionate in spinelli, tutte nei confronti di giovanissimi fra i 19 e i 25 anni, sorpresi appunto con la droga in spiaggia, e con il rischio che gli stessi si mettessero successivamente alla guida per tornare a casa con le proprie autovetture e ciclomotori.

Tutti molto giovani e ancora studenti, sia ragazzi che ragazze, alcuni incensurati ed altri già segnalati come assuntori, che decidono di spendere il proprio denaro o quello dei propri genitori, per acquistare droga andando, in questo modo, ad alimentare l’indotto economico delle zone di spaccio della città, alcune delle quali recentemente disarticolate con recenti operazioni eseguite e portate a termine dai militari del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa