home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il vescovo di Noto lancia la sfida a Fedez: «Dai, canta il mio rap»

Monsignor Antonio Staglianò ha fatto recapitare musica e testo al rapper che si è appena sposato in Sicilia: «Una canzone sulla bellezza e contro l'esteriorità»

Modica, parroco rifiuta offerte in centesimi. Vescovo Staglianò: "disdicevole"

Il vescovo di Noto Antonio Staglianò

NOTO - «Il sindaco di Noto ha donato da parte mia questo brano, da me scritto e musicato, interpretato dal giovane Francesco Latino e arrangiato dai "Falsi d’autore". Un rap sulla bellezza che mi piacerebbe Fedez potesse cantare. Un tentativo per far riflettere i giovani sulla bellezza vera, che non si trova nell’immagine e nell’esteriorità ma in un cuore pieno di valori capace di avere occhi per la sofferenza». Sono le parole del vescovo di Noto, mons. Antonio Staglianò, che ha fatto avere alla coppia Ferragnez il testo del suo rap. Chiara Ferragni e Fedez sono «due testimonial della cultura dell’immagine da trasformare in testimonial di altri valori», ha detto l'alto prelato che nei giorni del matrimonio dei Ferragnez nella capitale del barocco non è intervenuto e che ora ha deciso di lanciare questa sfida a Fedez.

Ecco il video del rap scritto da Staglianò e interpretato da Francesco Latino. Ora il vescovo vorrebbe che a cantarlo fosse Fedez.

«La bellezza dell’essere umano - dice monsignor Staglianò, noto anche per le sue performance musicali con le quali conquista i fedeli - non è quella di narciso ma quella che Gesù crocifisso ci mostra, che umanizza la nostra vita. Ho pensato che essendo collegati milioni di giovani sarebbe stata un’occasione per predicare il Vangelo dell’umanità bella e buona di Gesù, l’unico mio vero interesse. Dobbiamo essere capaci di trovare nuove forme per comunicare ai giovani la bellezza del Vangelo».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Urologo

    05 Settembre 2018 - 14:02

    Canta che ti passa così non affrontiamo i problemi della povertà, disoccupazione impossibilità a curarsi se non emigrando in altre regioni con voli aerei militari. Pensiamo a Fedez e cantiamo il vero oppio dei popoli.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa