Notizie locali
Pubblicità
Augusta, detenuti con telefonini in cella: sequestrati

Siracusa

Augusta, detenuti con telefonini in cella: sequestrati

Di Redazione

SIRACUSA - Gli agenti di polizia penitenziaria del carcere di Augusta, nel Siracusano, hanno trovato due telefoni cellulari nella disponibilità di altrettanti detenuti. Uno è stato sequestrato mentre l’altro è stato gettato nello scarico fognario prima che finisse nelle mani delle forze dell’ordine. Si indaga per capire come i telefonini siano entrati nella casa circondariale.

Pubblicità

"Quest’attività - spiegano il dirigente nazionale del Sippe, Sebastiano Bongiovanni ed il segretario locale del Sippe, Antonello Grassadonia - dimostra l’attenzione degli agenti della Polizia penitenziaria nonostante le sofferenze nell’organico più volte segnalate. Lavoriamo in condizioni estreme per vie di regole rigide, al limite della legittimità, anch’esse segnalate alle nostre autorità ma ci auguriamo che si possa giungere ad una soluzione». Sembra che gli agenti abbiano sentito una discussione provenire da una cella dove c'era un solo detenuto. E’ scattata la perquisizione al termine della quale è stato trovato un cellulare ed un caricabatterie artigianale. Il secondo episodio si sarebbe verificato due giorni fa: in questo caso non è stato trovato il telefonino ma gli accessori.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA