home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

The Prisoner, nuovo e mitico Peter Brook

Essenziale spettacolo di vibrante umanità e poesia

The Prisoner, nuovo e mitico Peter Brook

ROMA, 12 OTT - Uno spettacolo, come sempre quelli di Peter Brook, assolutamente asciutto e essenziale, senza però che vadano persi sostanza e gusto della carne, perché anzi è sapore e senso che risultano esaltati in 'The prisoner', in prima italiana per il RomaEuropa Festival al Vittoria, dove si replica sino a sabato 20 ottobre. E' un avvenimento ogni nuova regia di questo grande vecchio del teatro che ha oggi 93 anni e conserva una freschezza e forza creativa incredibili, lavorando e firmando ormai in coppia con la sua ex fedele assistente Marie-Helène Estienne, autrice dei testi. Brook utilizza un gruppo di attori sempre eccezionali di varie nazionalità (qui Hiran Abeysekera, Hayley Carmichael, Hervé Goffings, Omar Silva, Kalieswari Srinivasan) per mettere in scena la storia di Mavuso, un giovane che ha commesso "un delitto indicibile", ama la propria sorella Nadia e uccide il loro padre per gelosia, perché questi, dopo la morte della moglie, va a letto anche lui con la figlia, che resterà incinta non si sa di chi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa