home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Al Pirandello «La Cena»: di scena trenta tra attori e spettatori

Ad Agrigento fino al 30 ottobre cinque appuntamenti con il pubblico sorteggiato tra gli abbonati: tutti attorno ad una tavola imbandita

Al Pirandello «La Cena»: di scena trenta tra attori e spettatori

Una sontuosa tavola apparecchiata per trenta persone, spettatori inclusi. Un capocameriere che serve dell’ottimo vino. Attorno alla tavola spettatori e attori protagonisti dello spettacolo “La Cena”, scritto da Giuseppe Manfridi e diretto da Walter Manfrè, che andrà in scena nella “Sala Rosa” del Teatro Pirandello di Agrigento dal 25 ottobre al 30 ottobre, alle ore 19. Mattatore dello spettacolo è il bravissimo attore siciliano Andrea Tidona che torna al Pirandello dopo il successo di “Vestire gli ignudi” e con Chiara Condrò, Stefano Skalkotos, Cristiano Marzio Penna, rispettivamente un “padre padrone”, una figlia, il suo fidanzato e il maggiordomo.

La trama narra di una figlia ritornata a casa, dopo essersi allontanata da qualche tempo, per riconciliarsi con un padre crudele e, non troppo celatamente, invaghito di lei. Accomodatisi al tavolo (ma forse anche letto? ) i commensali iniziano una discussione riguardante misteriosi affari di famiglia di natura assolutamente personale che turberanno gli invitati.

Al centro della discussione, le vicende del passato e del presente caratterizzati dalla più assoluta impudicizia. La scenografia è formata solo da una grande tavola imbandita con raffinate stoviglie e, appunto, dal calice di vino. Il testo è stato scritto su sollecitazione di Walter Manfrè da uno dei più importanti drammaturghi italiani contemporanei, Giuseppe Manfridi, che ha badato a restituire un’opera carica di tensione drammatica e di ironia che alla fine lascia tramortito il pubblico.

«Lo spettacolo – afferma il regista - è un anello fondamentale all’interno del Teatro della Persona. Un percorso che si sostanzia in una serie di spettacoli rispondenti a caratteristiche particolari una delle quali è sicuramente l’annullamento della distanza tra pubblico e spettatore e l’assegnazione a quest’ultimo di un ruolo all’interno del dramma senza che ciò possa mutare lo svolgimento della trama».

Lo spettacolo vide il suo debutto a Roma nel 1992 e da allora ha visitato i più importanti teatri italiani e adesso al Pirandello di Agrigento. Infine una novità: oggi pomeriggio alle 17 al Pirandello – ci comunica il direttore generale della Fondazione, Giuseppe Tirinnocchi - ci sarà il sorteggio tra gli abbonati della nuova stagione, di 90 biglietti gratuiti per partecipare allo spettacolo, mentre prossimamente ci sarà l’estrazione per gli abbonati fidelizzati. Gli abbonati che vogliono trascorrere un’ora completamente conquistati dal fuoco sacro del teatro, sospesi in un tempo magico, in compagnia di un ottimo calice di vino possono prenotare anche telefonicamente i biglietti dello spettacolo. Il costo del biglietto è di € 25: il botteghino del Teatro è aperto da lunedì a venerdì ore 9,00-13,00 – 15,00-18,00, o Tourist service, via Imera 27.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa