Notizie locali
Pubblicità
“Si vive una volta sola” il nuovo film di Verdone in anteprima a Palermo

Spettacoli

“Si vive una volta sola” il nuovo film di Verdone in anteprima a Palermo

Di Salvo Barbasso

Quattro medici molto amici tra loro, Umberto, Lucia, Amedeo e il suo assistente Corrado, sono tanto brillanti in sala operatoria quanto problematici, irrisolti e paranoici nel loro privato ma, spalleggiandosi l'un l'altro, sono riusciti a costruire un rapporto di amicizia e complicità tra loro che va ben oltre la carriera. Uniti ormai da anni e molto affiatati, la loro vita viene scandita anche dai continui scherzi con cui gli altri tre tartassano da sempre il povero Amedeo che, uomo di buon cuore e piuttosto ingenuo, è sempre un obiettivo fin troppo facile per le prese in giro. La routine però si capovolge inaspettatamente quando Umberto, Lucia e Corrado scoprono che il loro amico è gravemente ammalato ma nessuno ha il coraggio di dirlo al diretto interessato: il quartetto si imbarca così in un lungo viaggio che attraversa il sud Italia per cercare di creare l'occasione giusta in cui confidare ad Amedeo la difficile verità sul suo stato di salute.

Pubblicità

“Si vive una volta sola”, il 27esimo film da regista di Carlo Verdone, prodotto da Luigi e Aurelio De Laurentis e distribuito da Filmauro con Vision Distribution, sarà presentato stasera in anteprima al cinema Fassolo di Bologna e martedì 18 febbraio al cinema King di Palermo. Esce esattamente a quarant’anni di distanza da “Un sacco bello”, esordio dell’autore e sceneggiatore romano dietro la macchina da presa ed oggi ritenuto un autentico classico.

Negli ultimi anni il regista romano aveva privilegiato storie icentrate più sul protagonista o su una coppia di personaggi centrali, “Si vive una volta sola” è invece un film corale, Verdone è ovviamente uno dei quattro protagonisti e interpreta Umberto Gastaldi, il professorone dell'équipe medica, al suo fianco troviamo tre attori di grande talento, Rocco Papaleo nei panni dell’anestesista Amedeo Lasalandra, vittima di scherzi continui, la strumentista nevrastenica Lucia Santilli interpretata da Anna Foglietta, e l’assistente del professore alias Corrado Pezzella (Max Tortora) un irriducibile casanova

“E’ un film con parecchi colpi di scena – ha detto Verdone a proposito di “Si vive una volta sola” – protagonista è una equipe di star della medicina. Siamo i migliori, operiamo persino il Papa, e siamo molto amici anche fuori dall'ospedale, ma se in sala operatoria siamo dei maghi, nella vita dimostriamo le nostre debolezze, i fallimenti. Io ad esempio – conclude -ho avuto una figlia da un’infermiera napoletana, che non ho sposato".

“Un quartetto di medici tanto abili in sala operatoria , quanto insuperabili nel partorire scherzi spietati, specialmente se la vittima di turno è il loro amico Amedeo, ma la vita è piena di sorprese e durante uno sconclusionato viaggio on the road verso i mari del Sud d’Italia, fra incontri surreali, rivelazioni ed avventure, i quattro amici inciamperanno in un’esperienza che non dimenticheranno mai. Completano il cast Mariana Falace e Sergio Múñiz, attore e modello spagnolo che ha raggiunto la notorietà vincendo la seconda edizione dell’Isola dei famosi (2004).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA