home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Serie C: Lodi non basta, il Catania si fa riprendere dal Lecce

Finisce in partità lo scontro diretto di alta classifica in casa dei pugliesi, ma sono più rimpianti per l'occasione mancata

Serie C:  Lodi non basta, il Catania si fa riprendere dal Lecce

LECCE CATANIA 1-1

Lecce (4-3-1-2) Perucchini 6,5; Lepore 5,5, Cosenza 6,5, Riccardi 6, Di Matteo 6; Armellino 6,5, Arrigoni 6,5 (dal 49' s.t. Marino s.v.), Mancosu 6,5; Costa Ferreira 5 (dal 12' s.t. Tsonev 6); Caturano 5,5 (dal 31' s.t. Dubickas s.v.), Torromino 5,5 (dal 12' s.t. Di Piazza 7). A disp. Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Marino, Ciancio, Gambardella, Persano, Legittimo. All. Liverani 6.


Catania (4-3-3) Pisseri 6; Aya 6, Tedeschi 6, Bogdan 5,5, Marchese 6; Caccetta 6, Lodi 6,5, Mazzarani 6,5 (dal 23' s.t. Rizzo 5,5); Caccavallo 5,5 (dal 23' s.t. Russotto 6), Curiale 5 (dal 36' s.t. Ripa s.v.), Di Grazia 6,5 (dal 36' s.t. Semenzato s.v.). 
A disp. Martinez, Blondett, Bucolo, Fornito, Manneh, Esposito, Lovric. All. Lucarelli (in panchina Vanigli) 6.


Arbitro Maggioni di Lecco 6,5

Reti: al 18' p.t. Lodi su rigore, al 22' s.t Di Piazza.


Note: spettatori 16.838 (9.896 paganti, 6.942 abbonati). Ammoniti Aya, Pisseri, Curiale, Cosenza. Angoli 11-4. Recupero 1' e 4'

 


 

LECCE - Una grande, enorme occasione sprecata. In vantaggio sul rigore di Lodi, sfiorato il bis con Bogdan nel primo tempo e con Curiale nella ripresa, il Catania si fa raggiungere da una ripartenza e conquista solo un pari a Lecce, in casa di una capolista che ha sempre attaccato, senza trovare spazi. La vittoria avrebbe consentito ai rossazzurri di avvicinarsi ai pugliesi e di mettersi in scia a un solo punto di distacco in classifica. Invece le lunghezze di distanza restano 4. La mossa dell'ex (Di Piazza) è letale per gli uomini di Lucarelli, squalificato, e sostituito in panca da Vanigli e da Conticchio. Che peccato. Per come si era messo il match, con i locali ad attaccare e il Catania a difendersi senza difficoltà, ai rossazzurri il pari sta stretto, ma si deve recriminare anche sui due gol falliti.

GUARDA LA FOTOGALLERY

Il vantaggio rossazzurro è firmato da Lodi su rigore, che finalizza l'azione precedente nata da un tiro di Di Grazia respinto. Sulla ribattuta Mazzarani viene atterrato da Di Matteo. Siamo ancora al minuto 18 e la partita rimane più che mai aperta, visto che il Lecce spinge sempre e comunque sulla trequarti avversaria. Prima del riposo è Bogdan a sfiorare il bis con un colpo di testa ravvicinato sugli sviluppi di un calcio d'angolo: palla sopra la traversa.

Nella ripresa la svolta. Curiale fallisce da due passi il 2-0 sparando fuori in diagonale una palla facile facile, sulla ripartenza, Di Piazza, lanciato da Mancosu, supera Bogdan e batte in uscita Pisseri. Il Catania si smarrisce e rischia di beccare il secondo gol, Lucarelli dalla tribuna ordina i cambi e mette dentro anche Ripa, oltre al nuovo Rizzo, Semenzato e Russotto. Il finale con il Lecce avanti sotto una pioggia da non dire non cambia lo stato delle cose.

LA CLASSIFICA

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa