Notizie locali
Pubblicità

Sport

Ripescaggio Catania in Serie B: ancora un clamoroso rinvio

Di Giovanni Finocchiaro

CATANIA - Una giornata di attesa frenetica, tra riunioni, indiscrezioni, la discussione sul format della Serie B, i nomi di chi ha il diritto al ripescaggio. Alle 19 ecco che il presidente del Collegio di Garanzia del CONI, Frattini dare voce all'ennesimo rinvio: "Non è giusto decidere frettolosamente circa una questione così importante come quella del format di Serie B, quindi decisione rinviata all'inizio della prossima settimana". Secondo indiscrezioni la sentenza non arriverà prima di martedì.

Pubblicità

Una conferma dell'approssimazione con cui si gestisce il calcio nel Palazzo. Dopo quasi un mese di attesa, c'era una decisione definitiva da scrivere e rendere pubblica, ma l'imbarazzo è tale da richiedere altri rinvii. Ci sono molte pressioni, visto che in ballo c'è il destino delle 19 ammesse in B, delle società che chiedono il ripescaggio e in ballo c'è la nuova composizione del calendario. Non solo il Catania era in attesa: c'era il Novara, ma anche Pro Vercelli e Ternana che avevano fatto ricorso e il Siena che è in graduatoria per i ripescaggi. Per non parlare dell'Entella che pure aveva fatto richiesta.

Un caos autorizzato da chi ha deciso di stravolgere uno statuto e adesso resta impantanato. A Catania i tifosi che aspettavano la decisione sono rimasti di stucco, dando ovviamente sfogo alla rabbia sui social.

La squadra, intanto, ha raggiunto lo stadio Massimino per l'amichevole con la Reggina. Ed è stato deciso intanto anche il rinvio della composizione dei calendari di Serie C. Chi aspettava risposte importanti, resta una volta di più di stucco. I potenti del calcio hanno deciso, ancora una volta, di non decidere. E l'imbarazzo cresce.

Dopo il pareggio nel test con la Reggina (in gol Lodi su rigore: 1-1 il finale) l'ad Pietro Lo Monaco al nostro giornale ha rilasciato una lunga intervista che leggerete sull'edizione in edicola. Il dirigente ha tra l'altro detto: "Sono fiducioso, il rinvio della sentenza ripescaggi mi auguro faccia riflettere il Palazzo e si approdi a una decisione secondo la legge. Il ricorso del Novara è sacrosanto, legittimato da due gradi di giudizio. La denuncia a Fabbricini? Giusto che ci si avvalga della legge e sappiate che non ci fermeremo, andremo fino in fondo chiedendo giustizia per noi, per la città e per i tifosi".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA