Notizie locali
Pubblicità

Sport

Rio, Nibali e Fiamingo i primi atleti siciliani a gareggiare

Di Lorenzo Magrì

I Giochi di Rio dopo la cerimonia di apertura di domani, si apriranno con le prime gare in programma sabato e subito con tanta Sicilia. Nella gara in linea di ciclismo su strada l’Italia affida le sue chance di medaglia al talento del messinese Vincenzo Nibali (2 vittorie al Giro, 1 al Tour e alla Vuelta) con lo «Squalo dello Stretto» (nella foto in basso) che sabato a Rio verrà affiancato dal ragusano Damiano Caruso protagonista in diverse tappe del Tour 2016.

Pubblicità

Sabato via alla scherma e l’Italspada donne schiera la doppia campionessa del Mondo, la catanese Rossella Fiamingo  numero 4 del ranking internazionale, mentre domenica toccherà al fioretto col modicano Giorgio Avola e l’acese Daniele Garozzo. Il più giovane della spedizione siciliana in Brasile è invece il messinese Elios Manzi, 20 anni, stella dello judo internazionale, che sabato farà il suo esordio nella categoria 60 kg dove ha vinto il bronzo agli Europei assoluti 2016.

Il veterano della spedizione siciliana a Rio è invece il nuotatore vittoriese Luca Marin, 30 anni, che sabato comincerà la 4ª avventura olimpica sui 400 misti dopo il 5° posto di Pechino 2008, il 10° ad Atene 2004 e l’8° a Londra 2012. Il Settebello di Sandro Campagna che schiera il siracusano Valentino Gallo, comincia sabato le sfide del suo girone affrontando nel primo turno la Spagna. L’Italvolley che schiera la schiacciatrice Miriam Fatime Sylla, nata a Palermo da genitori ivoriani giocherà all’esordio contro la Serbia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA