Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Catania chiede al Tar di ultimare i ripescaggi, attesa per la sentenza

Di Giovanni Tomasello

CATANIA - È attesa fra stasera e domani la decisione del Tar del Lazio sul ricorso del Calcio Catania discusso questa mattina a Roma. Il Catania ha presentato le sue carte contestando il nuovo format della serie B a 19 e tutti i provvedimenti presi dal commissario della Figc  Roberto Fabbricini. Il pool legale della società rossazzurra - avv. Giuseppe Gitto, Federico Tedeschini, Edoardo Chiacchio e Ida Linda Reitano - in un intervento che è durato circa un'ora ha chiesto al Tar una ordinanza propulsiva che costringa la Figc a completare la procedura dei ripescaggi interrotta da decisioni prese dalle istituzioni sportive senza stravolgere i campionati.

Pubblicità

Dopo aver trattato il ricordo del Catania, il Tar - presieduto dalla dottoressa Panzironi - è passato a trattare quello dell'Entella. Fra le voci di corridoi che si raccoglievano oggi in ambienti giudiziari, ci sarebbe anche la possibilità che il Tar possa cambiare ancora il format della B per portarlo a 20 squadre e riammettere l'Entella di Fantantonio Cassano che si era appellato per il caso-Cesena.

Ieri sera anche la Ternana a presentato ricorso al Tar dela Lazio che è pra competente  ulle controversie riguardo i provvedimenti di ammissione ed esclusione da competizioni professionistiche società o sportive.

La decisione del Tar potrebbe arrivare anche in serata, ma è più probabile che la sentenza venga emessa domani. A dire il vero sono ridotte al lumicino le possibilità che il Catania possa disputare il campionato di serie B: ma se il ricorso dovesse essere accolto, il Catania e le altre società potrebbero richiedere un giusto economico.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA